San Carlo, Impegno (Pd): “Giusto difendere i lavoratori, ma ora De Magistris faccia chiarezza sul futuro del Teatro”

 Dichiarazione del deputato del Partito democratico sul di :

“Preoccupa molto la spaccatura avvenuta ieri nel Cda del , che ha portato alle dimissioni da consiglieri dei presidenti di Regione, Provincia e Camera di commercio, nonché del rappresentante del ministero dei Beni culturali. La decisione del sindaco De Magistris di non aderire al decreto Valore cultura è impegnativa perché, oltre a spaccare il Consiglio di amministrazione, mettendo il Teatro a rischio commissariamento, non dirada i dubbi sul futuro dell’ente. Sebbene sia comprensibile, infatti, l’intenzione del sindaco di non sottoporsi ai drastici tagli previsti dal decreto, nel caso di adesione al piano Valore cultura, che avrebbero inciso in maniera pesante sul personale e sugli stipendi, e che trova la netta contrarietà dei sindacati, è altrettanto vero che immettere risorse pubbliche nel San Carlo per far fronte alla forte situazione debitoria, senza approntare un vero e proprio piano industriale e di rilancio del Teatro, a partire da una migliore gestione e dalla qualità delle produzioni, è come mettere acqua in un secchio bucato.
Prima di spaccare il Cda, quindi, De Magistris avrebbe dovuto spiegare la strategia per i prossimi anni. Auspichiamo che lo faccia quanto prima, per evitare che il primo Teatro lirico d’Europa venga affossato da iniziative di corto respiro”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.