Nomine: È Maria Patrizia Stasi il presidente di Confcooperative Campania

L’Assemblea dei cooperatori aderenti a Confcooperative (un sistema di 900 imprese e di 75.000 soci) l’ha eletta all’unanimità.

La Stasi riceve il testimone da Carlo Mitra, commissario pro tempore. Il presidente nazionale Gardini: “Essere protagonisti sul territorio e creare lavoro per evitare ai giovani di andare all’estero”

image
Nella foto Maria Stasi

È , cooperatrice sociale di lungo corso, il nuovo presidente della . L’elezione è avvenuta durante l’Assemblea elettiva “Lavoro, impresa e welfare…il futuro è in cooperativa” che si è svolta a Napoli, presso il Centro Congressi Tiempo, alla presenza dei cooperatori delegati al voto, il commissario uscente Carlo Mitra e il presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini.

“Ognuno dei cooperatori oggi si assume l’impegno per la costruzione di una nuova Confcooperative Campania. Non dico credeteci, ma appassionatevi. Ciascuno dovrà essere protagonista di un’Associazione che non solo rappresenta le cooperative e le assiste, ma le orienta, ne anticipa le istanze e organizza percorsi di crescita. Nessuno può più sentirsi assolto. Mi piacerebbe che ciascuno si senta parte di una rete che lavora per il bene comune. Sapete perché ho scelto la cooperazione? Perché nella cooperazione non ci sono padroni, tutti sono protagonisti. È festa, amici” ha commentato la Stasi dopo la nomina.

L’Assemblea si è aperta con la relazione del commissario Carlo Mitra. Il commissario ha rammentato gli obiettivi che si era posto all’indomani del commissariamento, ha raccontato i risultati raggiunti e ricordato le conquiste ancora da fare, auspicando un’Associazione rinnovata e pronta ad abbracciare il lavoro di squadra. Non sono mancati i ringraziamenti e gli ammonimenti per il prossimo futuro.

Ha concluso i lavori il presidente nazionale Maurizio Gardini. “Ringrazio Carlo Mitra per l’impegno profuso nel commissariamento: dovevamo rispondere a delle aspettative forti. L’obiettivo che ci siamo posti era quello di consegnare al nuovo gruppo dirigente della Campania questo mandato per una nuova organizzazione che deve essere aperta, protagonista e partecipata, perché questa è la nostra associazione. La Confcooperative Campania dovrà essere protagonista e sentire la responsabilità delle generazioni future per dare ai nostri giovani la possibilità di crescere, investire e lavorare nel nostro territorio e non essere costretti ad andare all’estero. La Confcooperative nazionale sarà al vostro fianco perché questo è il nostro impegno per il futuro da portare avanti insieme”. 
 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.