Al Teatro Pierrot di Ponticelli si viaggia con la musica

a cura di Chiara Viesti

“Canto ormai, da 29 anni e nove mesi…” è così che si presenta Pasquale Romano, giovane cantante partenopeo che si prefigge un progetto ambizioso, far viaggiare i suoi spettatori con la musica. Un ragazzo tutto occhi e voce che della sua passione vuole farne un mestiere; si adopera e reinterpreta nel suo spettacolo, “Viaggiando con la musica”, la canzone italiana. Musa della sua arte è sicuramente Massimo Ranieri, del quale riprende i tratti caratteristici, pur non risultando una sterile copia. Il teatro diventa un treno che parte con le note della prima canzone e il viaggio, risulta un crescendo nel quale partecipano ballerini, attori, cori di bambini e artisti di strada. Nelle due ore di spettacolo si ripercorre la storia della canzone italiana dagli anni ’70 ad oggi, filo conduttore è l’amore in ogni sua forma e misura e la passione che lo lega alla musica. Non riesce a stare da solo sul palco, il suo bisogno è condividere con i pubblico quello che sta facendo, vuole emozionare ed emozionarsi e nel farlo si associa alla lotta dell’AISM.

L’idea nasce nel 2010 e ad oggi, dopo solo quattro anni, oltre ad essere state confermate altre date su territorio nazionale il sogno di portare lo spettacolo oltreoceano pare non essere poi così lontano, la data sarà approssimativamente quella di febbraio 2015 . Nonostante il successo della serata, 500 persone al Pierrot di Ponticelli non sono da sottovalutare per un artista emergente, tiene i piedi ben piantati a terra: da lavoratore precario si alza alle 5 del mattino, la gioia più grande lo sorprenderà tra pochi giorni con la nascita della sua prima bimba, è stanco ma il suo sorriso la dice lunga quando confida “ è dal 2010 che ogni giorno apro il cassetto della fantasia e il sogno è sempre lo stesso… e per la prima volta, mi sembra reale!”

Exit mobile version