Ordigno a Napoli, Laboccetta (FI): sindaco sbaglia, ordine pubblico è primario

 

«Il pacco bomba davanti alla “” di al dimostra la necessità di riportare nell’agenda del Governo da cui una folle politica isolazionista l’ha estromessa»

 

A dirlo è Amedeo Laboccetta, vice coordinatore campano di .
«La città è una polveriera – continua – e non da oggi. La criminalità e l’illegalità diffusa stanno dilagando per colpa di un abbassamento del livello di attenzione che inquieta».
«Il mix micidiale di anarchia istituzionale e di ribellismo di stampo sudamericano – aggiunge Laboccetta – messo in atto soprattutto dal sindaco Luigi de Magistris sta distruggendo la tenuta sociale di Napoli. Non è possibile che il primo cittadino anche oggi, di fronte alla scoperta di un chilo di esplosivo che avrebbe potuto arrecare spaventosi danni a persone e cose, continui a dire che “l’ordine pubblico è sempre un aspetto marginale, finale” della vita di una comunità».

«Napoli non è una provincia dell’impero guidata da un satrapo di nome de Magistris – ha concluso Laboccetta -. Se ne renda conto anche il Governo che finora ha tenuto col sindaco un atteggiamento di irresponsabile connivenza e di ingiustificabile perdonismo».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.