Matrimoni omosessuali; Notai cattolici contrari: si mette in crisi la nostra società

“La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. È l’articolo 29 della nostra Costituzione, una norma fondamentale per la nostra società che una decisione come quella irlandese mettere in grave crisi. Quindi noi diciamo un secco no al matrimonio omosessuale. Si tratta di vicende diverse che vanno trattate in maniera diverse. Su questi temi non possiamo che condividere le parole del segretario di Stato Parolin e confidiamo che il governo italiano faccia una seria e approfondita riflessione sul ruolo delle famiglie come fondamento della società italiana. Sono questione rilevantissime per il nostro futuro e il ruolo del notaio come garante può diventare determinante per garantire le famiglie.
Temi di cui discuteranno ospiti di altissima caratura giuridica proprio durante la II assemblea dell’Ainc ad Assisi il 12 e 13 giugno”. Lo ha dichiarato il dell’Associazione italiana Roberto Dante Cogliandro anticipando anche i temi del convegno “A quarant’anni dalla riforma del diritto di famiglia. La società che cambia il diritto”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.