“Tutto tace su Calvi Risorta area ex Pozzi. Nonostante le dichiarazioni del Presidente Bratti della Commissione bicamerale Ecomafie, gli scavi sulla discarica abusiva più grande d’Europa sono ancora fermi” lo denuncia la senatrice Vilma Moronese del MoVimento 5 Stelle membro della Commissione Ambiente del Senato che sull’argomento ha depositato un’interrogazione.

 

“Il 29 giugno 2015, infatti, essendo scaduta la convenzione tra la Procura e l’Esercito, sono stati sospesi gli scavi, ma l’8 Luglio in occasione del sopralluogo effettuato dalla Commissione è stato dichiarato che dalla successiva settimana si sarebbe ripreso a scavare per poi analizzare i restanti ettari dei 25 complessivi che la Forestale ha ritenuto essere un tappeto di pochi metri di terra su un giacimento sterminato di rifiuti industriali di ogni tipologia. Ma in realtà nulla di fatto” continua la Moronese, “mentre il Governo smantella il Corpo forestale dello Stato, il M5S il 15 luglio 2015, ha presentato un’interrogazione parlamentare al , la 3-02075, con la non fermate gli scavi ex pozzi vilmamoronese_itquale si chiede al Ministro dell’Ambiente di intervenire al più presto per evitare che il disastro ambientale si estenda ulteriormente, spiega la portavoce del che Dal 1978 ogni qualvolta sia stata depositata una denuncia o segnalazione sulla discarica ex Pozzi c’è sempre stato qualcuno che ha cercato di insabbiare le indagini.
Adesso le forze dell’ordine presenti sul territorio non hanno le risorse finanziarie per proseguire con il loro lavoro, per questo motivo abbiamo anche chiesto al Ministro Galletti se ritenga opportuno sollecitare i soggetti competenti al fine di mettere a disposizione le risorse finanziarie e tecniche per permettere al Corpo forestale, all’Esercito e alla Procura della Repubblica di condurre le attività investigative con i mezzi più adeguati, onde evitare che l’attività investigativa venga definitivamente sospesa per mancanza di risorse, come di fatto sta già accadendo negli ultimi giorni” prosegue la rappresentante pentastellata  “Non è possibile più tenere nascosta la verità ai cittadini, faremo tutto quel che possiamo affinché i riflettori non si spengano” conclude la Moronese.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.