Trasporti e sicurezza,  anno 0 in Campania

e chiedono interventi urgenti della e propongono un tavolo di coordinamento a tutela di turisti e viaggiatori.

L’ennesimo caso di una turista rapinata in un treno della Circum, le aggressioni nelle stazioni,  il paradosso del Express e le difficoltà per raggiungere le aree interne oltre  alla mancanza di ed i gravi disagi per le condizioni di trasporto pubblico in .

“Il caso della turista scippata ieri  in un treno della Circum diretto a Sorrento come dell’aggressione ad alcuni viaggiatori nei pressi della sono solo gli ultimi in ordine di tempo per una situazione ormai diventata insostenibile– dichiara il delegato Assoturismo – E  con la mancanza di servizi, sicurezza e ormai allo sfascio, perdiamo ulteriore appeal turistico, rendendo ancora più complicata una stagione che à si preannuncia assai incerta”. Dalle associazioni turistiche Confesercenti  e da Federconsumatori parte dunque l’allarme e la richiesta di un coordinamento istituzionale che possa affrontare le diverse problematiche. “Gli utenti e i viaggiatori lamentano le gravi condizioni che sono costretti a subire quotidianamente per la fatiscenza dei treni, il sovraffollamento e la mancanza di sicurezza – dichiara il presidente Federconsumatori Rosario Stornaiuolo – Viene violato sistematicamente il diritto alla mobilità dei cittadini  e turisti, è necessario che la Regione si attivi per far fronte alle emergenze”.  Si punta l’indice anche sul paradosso del Campania Express che viaggia vuoto sui binari da e per Sorrento.

“Gli alti costi del ticket scoraggiano i turisti che preferiscono utilizzare le normali corse, affollando ulteriormente treni già in cattivo stato di manutenzione e che provocano con la riduzione delle corse, ulteriori  e gravi disagi ai commenta Ingenito –  “Non c’è alcuna sostenibilità neppure percepita per i trasporti pubblici regionali, va male anche per quelli marittimi, ritenuti onerosi e sovraffollati, anche quest’anno non ci sarà il Metro del Mare e certo non sembra facile orientarsi con le strade spesso trafficate o impercorribili come nel Cilento e nelle aree interne”. – La recensione online corre sul web e con esse le foto scattate e denunce  da turisti inorriditi della condizione in cui  versa la nostra rete dei trasporti.  Dalle due associazioni viene proposta la costituzione di un coordinamento e l’avvio di progetti condivisi. “Inutile far alcun programma di incremento turistico ( il sondaggio Federculture ci vede ultimi in ordine di arrivo di turisti stranieri, solo l’8% al Sud)  Servono soluzioni rapide e concrete commentano  Ingenito e Stornaiuolo, siamo consapevoli che la giunta si è appena insediata ma confidiamo in un intervento del Governatore per far fronte alle emergenze e avviare soluzioni condivise.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.