Campania, presentati a Pompei i bandi per Creative Clusters

Marciano: può diventare esperienza laboratorio per creare nuovo sviluppo e lavoro.

Si chiamano “ Smart Cities” e “ Beni Culturali e Turismo” i due bandi lanciati dall’Assessorato regionale all’innovazione e startup e promossi da Sviluppo SpA (società in house della Regione ), per selezionare idee innovative di sviluppo per città intelligenti e fruizione turistica nell’area di Pompei, con l’intento di trasformarle in vere e proprie iniziative di impresa di successo.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo De Fusco dall’Assessore all’Innovazione e Startup della Regione Campania Valeria Fascione, dal Consigliere regionale e Questore alle Finanze del Consiglio Regionale, Antonio Marciano, dal direttore della divisione imprese e innovazione di Sviluppo Campania Edoardo Imperiale, dal sindaco di Pompei Ferdinando Uliano e dal consigliere comunale Marika Sabini, che ha moderato l’incontro. “Con questi primi interventi la Regione Campania, seguendocreative_clusters l’indicazione che arriva dall’Unione Europea, torna a investire sul capitale umano e sui miglioramenti alla qualità della vita della nostra comunità. Abbiamo, nella regione più giovane d’Italia, vaste aree di creatività e fantasia imprenditoriale che vanno sostenute e supportate per diventare volano di nuove opportunità di sviluppo e lavoro. Per le sue caratteristiche, la città di Pompei può essere una esperienza laboratorio, dove far nascere nuove attività e start up che realizzino progetti di mobilità sostenibile, qualità dei servizi e assistenza al turismo, valorizzazione dei siti archeologici e degli itinerari religiosi”, ha commentato Antonio Marciano. L’assessore regionale Valeria Fascione ha sottolineato che “la Giunta De Luca sta dando una diversa impronta politica, partecipativa e aperta, con strumenti a disposizione dei giovani per la competitività e la valorizzazione delle idee. L’obiettivo è promuovere un nuovo e più connesso ecosistema del territorio, mettendo a contatto i futuri imprenditori con i distretti tecnologici della Campania, gli Ordini professionali, i fondi di venture capital, le Università e gli Enti pubblici: è proprio dai giovani che può arrivare la scintilla creativa in grado di avviare nuove attività che portino impatti concreti e positivi sul territorio”.

“L’innovazione tecnologica e la spinta dei giovani devono essere le due leve sulle quali investire – ha detto il sindaco Uliano – ed è significativo che il nuovo Governo regionale sia partito proprio da giovani e turismo. Questo è il nostro passaporto per il futuro, per sfruttare davvero il nostro petrolio bianco, la straordinaria offerta turistica e archeologica che rende già oggi Pompei il sito più visitato al mondo, attraverso nuovi investimenti e nuove occasioni di sviluppo”.

Sul piano tecnico, Edoardo Imperiale ha infine aggiunto che “ci sarà tempo fino al 5 ottobre per presentare le proprie idee: cerchiamo proposte da sviluppare e trasformare, con il supporto di Sviluppo Campania, in veri e propri progetti imprenditoriali. Seguiremo da vicino le idee ritenute più valide, con un processo di accompagnamento e tutoraggio in tre fasi, dall’audit alla strutturazione della proposta fino alla costruzione concreta del progetto”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.