LA PIZZA AD ARTE DI STAIANO E I RAGAZZI DISABILI DELL’ALBERGHIERO DI SCAMPIA

“Impastiamo la con i giovani diversamente abili”: questo il motto della del corso di formazione “Pizzettiamo con i ragazzi Semplici ed Eccellenti” organizzato dala professoressa Patrizia Zinno, docente della scuola Alberghiera ‘’Vittorio Veneto”’ di Scampia, che si occupa da diversi anni dei prodotti di qualità agroalimentari della Campania e della dieta mediterranea attraverso il sito “Mamgiamed”. 
Stavolta nel curare eventi rivolti al sociale, ha creato insieme al Maestro Istruttore Pizzaiolo Salvatore Staiano della “Pizzeria 110 e Lode”, un progetto di solidarietà davvero rivolto a ragazzi disabili: un percorso formativo teorico e pratico, per imparare a diventare veri pizzaioli. I giovani provengono dalla Scuola Alberghiera di Scampiae  e hanno come tutor 4 allievi di una quarta classe, affiancati da due docenti: Filomena Lanzano ed Enrica Sivio.
Al progetto partecipano l’Associazioni di ragazzi diversamente abili “Emotivamente Onlus”, che nasce con la collaborazione di tanti genitori e di operatori del settore, sotto la guida di Carmine Russo per Caserta e di Annamaria Chianese per e la “Bottega dei Semplici” presieduta da Mariolina Trapanese. 
Gli incontri per il corso sono previsti 4 giorni alla settimana presso la “Pizzeria 110 e lode” in Piazza Cavour a Napoli, con un’organizzazione che prevede due gruppi di lavoro.
Durante il primo mese, le lezioni con il maestro pizzaiolo Salvatore Staiano, da sempre proteso verso il sociale, saranno dedicati alla conoscenza dell’impasto e delle materie prime utilizzate in pizzeria: dall’acqua al sale, dalle farine al lievito. Successivamente ci saranno degli incontri pomeridiani dedicati alla manualità pratica, relativi alla preparazione del disco di pasta e stesura delle farciture ed alla cottura in forno.
Il corso terminerà quando i ragazzi avranno acquisito le competenze necessarie per poter autonomamente preparare ed infornare una bella pizza da 110 e Lode.
“Sono molto contento- ha dichiarato il maestro pizzaiolo Staiano di offrire il mio supporto all’iniziativa della professoressa Zinno. Il futuro di questi ragazzi così particolari, mi sta molto a cuore e spero che i miei insegnamenti ed il calore umano sprigionato da una specialità storica come la pizza, possano donare a loro tante opportunità per una vita migliore”.
Print Friendly, PDF & Email