Berlusconi, D’Anna (Ala): “A proposito di ‘transfughi’, Cavaliere ricordi operazione Responsabili”

Un vecchio detto napoletano ammonisce che il bugiardo deve avere buona memoria

“Il presidente , ridisceso in campo in concomitanza con le prossime elezioni amministrative, rispolvera il vecchio armamentario di lusinghe e menzogne nel tentativo di rinverdire i tempi ed i consensi elettorali che furono”. Lo dice, in una nota, il senatore del gruppo () Vin cenzo D’Anna, che poi così prosegue: “uno dei cavalli di battaglia del Cavaliere è l’attacco a quei parlamentari che hanno lasciato per manifesta incompatibilità con i metodi ed i sistemi di gestione di un partito affidato, fattualmente, ai suoi famigli”. Per D’Anna: “più che l’appellativo di ‘transfughi’ quei parlamentari meriterebbero il pieno riconoscimento di aver detto ciò che pensavano e di essersi sottratti all’indecorosa condizione di prendere ordini non già dal fondatore di , ma dalle sue badanti”.

“Quanto all’appellativo di transfughi – rincara la dose D’Anna – credo di poter ricordare al Cavaliere di essere stato mandato, nella scorsa legislatura, a corroborare il gruppo dei cosiddetti ‘Responsabili’ ovvero di quei parlamentari che, provenienti da altri partiti, per senso di responsabilità, sostennero e tennero in vita proprio il suo governo”. “Un vecchio detto napoletano ammonisce che il bugiardo deve avere buona memoria. Massima che mai come in questo caso, si applica anche a Silvio Berlusconi” conclude il senatore di ALA.

Print Friendly, PDF & Email