“La vie en rose” di Palazzo Caracciolo  #idrinkpink

A cura di

In quella che fu la residenza del Re di Napoli, Gioacchino Murat, martedì 19 luglio si è svolta una serata da ricordare.  MGallery by Sofitel palazzo monumentale nel cuore di Napoli, altissimi portali e splendido chiostro cinquecentesco, per l’occasione si veste di rosa e lo fa con classe, illuminato completamente da fasci di luce Pink… 

Pink è il fil rouge che ritroviamo in ogni dettaglio, ospite d’onore i vini rosè per un pubblico attento e che segue la filosofia del “bere bene”.
Un tripudio di eccellenze italiane riunite nell’antico chiostro dal Trentino Alto Adige alla Puglia con molta attenzione per la regione Campania. “I drink Pink” evento taggato Citta’ del gusto Napoli, ci conduce per mano ad assaporare i suoi percorsi. I “Salumi dei fratelli Corrà” macelleria tipica trentina, produce limitate quantità di salumi con una lavorazione accurata totalmente artigianale e naturale priva di fonti di glutine, lattosio e proteine del latte.
La Mortadella affumicata della Val di Non con un metodo di conservazione dalle antiche origini e tradizioni affumicato con faggio e ginepro e la Schiena di Maiale Trentina connubio tra lonza e lardo. Proseguendo nel percorso ci imbattiamo nella tradizione gastronomica di Mimì alla Ferrovia, per i napoletani una vera e propria istituzione da oltre settant’anni. La cura dettagliata per la preparazione e la scelta delle materie prime sono rimaste invariate dal 1943. Peperone ripieno, Sartù di Riso, Melenzane alla Parmigiana piatti simbolo della gastronomia partenopea tutti da gustare.
Al centro del cortile tinto di rosa il “Capriccio” richiama con i suoi graziosi dolcini di fragole il tema del party, Raffaele Capparelli, maestro pasticciere, sapientemente prepara il suo babà declinandolo in mille modi e grandezze, formato x-small, small etc… sapori di ieri ma sperimentazione continua come per il “babana” delizioso babà rivisitato. Siamo a Napoli e non poteva mancare la pizza, elementi semplici che si sposano perfettamente nell’arte del maestro pizzaiolo Gennaro Sarno nella sua focaccia primizie di stagione così come nella focaccia vellutata di pomodorini del piennolo al profumo di limone e la focaccia al bacon.
Per palati raffinati la calamarata con crema di rabarbaro rosso, briciole di pistacchio e pompelmo rosa dello Chef Daniele Riccardi. Anche il pane nella sua semplicità diventa glamour con la baguette rosa, del Maestro Enrico Zambardino. Il gelato del Bilancione, gelateria d’eccellenza nata sulla collina di Posillipo. L’inconfondibile stile di #lunareproject accompagna il wine party con la sua “musica vista mare”. Appena varcata la soglia del palazzo sembra essere calati nel 1600, la location sofisticata le cui mura sanno di storia donano al party un fascino d’altri tempi.

Print Friendly, PDF & Email