#PizzaUnesco: Profumo di vittoria  a Palazzo Caracciolo

a cura di  Valentina Nasso Solcare il portico dell’antico chiostro cinquecentesco del Palazzo Caracciolo ed essere completamente rapiti da odori inebrianti, accade il 27 settembre, un evento che ci fa sentire orgogliosi di essere napoletani.

10 validissimi pizzaioli sono i finalisti che si sono contesi la vittoria del contest #pizzaUnesco promosso dal sito MySocialRecipe, ideato dalla biologa-nutrizionista Francesca Marino. Il vincitore eletto all’unanimità con la sua signora Pizza la “Pomodorosa” è Davide Civitiello, pizzaiolo di Rossopomodoro. Acqua, sale, lievito e farina quattro elementi più che ingredienti per una magia.
Il tutto arricchito da tipi diversi di pomodori, ovvero il pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP, il pomodorino datterino giallo, il pomodorino di Corbara e il pomodoro antico di Napoli. Un capolavoro Made in Naples tradizione ed originalità miscelati sapientemente. Il sapore delle tradizioni per una pizza che del passato mantiene la genuinità ma al contempo “fluida” che si adatta ai nuovi gusti, contemporanea. La giuria internazionale, presieduta dal giornalista Tommaso Esposito, ha tenuto conto proprio di ciò nel premiare il già campione del mondo nel 2013, sotto l’occhio attento di Tony May, per 50 anni guru e ambasciatore della ristorazione italiana a New York.
I nove candidati si sono sfidati all’interno del molino Caputo nella mattinata del 27 settembre, i pizzaioli Mauro Autolitano, Maria Cacialli, Vincenzo Esposito, Gaetano Giglio, Vincenzo Lettieri, Carmine Paduano, Pasqualino Rossi, Bernardo Sollo, Giuseppe Vaccaro,soddisfatti della loro partecipazione. Importanti le presenze delle Istituzioni in un evento celebrativo delle nostre eccellenze:il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, gli assessori regionali Corrado Matera (Turismo) e Chiara Marciani (Formazione).
Critici enogastronomici Allan Bay e Luigi Cremona, la giornalista dell’Espresso Eleonora Cozzella, lo scultore Lello Esposito, la direttrice di Marco Polo, il direttore del Consorzio della Mozzarella Piermaria Saccani e del Museo della Dieta Mediterranea Valerio Calabrese. Un delicato aperitivo offerto dalla scuola Dolce & Salato e dal team Costa del Cilento, un piacevole momento di spettacolo e di intrattenimento grazie ai ragazzi dell’Associazione Nartea ed alla performance di Diego Moreno che ha proposto il suo tango scugnizzo sulle note di “Tu sì ‘na cosa grande” e “Maruzzella”,hanno reso questa serata da ricordare e non solo per gli operatori del settore.
Fondamentale l’appoggio di chi ha creduto nella manifestazione: Francesco Franzese di Icab – La Fiammante; Gianni Tognoni di Olitalia, Antimo Caputo del Molino Caputo ed i partner S.Pellegrino, Casolaro, Event Planet, Fisar, Horeca Service, Inpact, KBirr, Consorzio della mozzarella di bufala campana e consorzio vini Sannio, Salvatore Martusciello e scugnizzo Napoletano.  E’stato premiato un giovane ma soprattutto riconosciuto il suo duro lavoro e la realizzazione di un sogno dal profumo di vittoria.

Inviato da iPhone

Print Friendly, PDF & Email