La Campania dopo l’Emilia Romagna e la Valle D’Aosta, sosterrà chi si dedica a titolo gratuito alla cura di un familiare non autosufficiente

 

A breve anche la Regione Campania, dopo l’ e la Valle D’Aosta, sosterrà concretamente chi, sottraendo il proprio tempo al lavoro o ad altro, si dedica a titolo gratuito alla cura di un familiare non autosufficiente. E’ stata infatti approvata in VI la proposta di legge regionale, primi firmatari e , che, nell’ambito delle attività dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari erogati dalla Regione, riconoscerà diritti e competenze ai cosiddetti caregiver .

“Si tratta di un tema molto sentito che riguarda un’attività preziosa e largamente diffusa che trova ora un suo primo e giusto riconoscimento anche grazie alla sensibilità del Presidente della Commissione, Tommaso Amabile, e di tutti i componenti della VI Commissione che con il loro impegno hanno contribuito a migliorare il testo e ad approvarlo in tempi davvero rapidi”, spiegano Flora Beneduce (), Consigliere Segretario del della Campania e Armando Cesaro, Presidente del gruppo di del Consiglio regionale della Campania.

Tra i punti più qualificanti del provvedimento Beneduce-Cesaro, l’istituzione del Registro regionale dei cargiver familiari nel quale saranno iscritti tutti coloro che prestano cure ai familiari acquisendo così specifiche competenze sociosanitarie che saranno dunque ‘certificate’ anche in termini di crediti formativi. “Attraverso una rete che vedrà coinvolti la Regione, le Asl, i Piani Sociali di Zona e le Associazioni, – aggiungono gli esponenti di Forza Italia – mettiamo a sistema il quotidiano ed amorevole impegno dei familiari di chi non è più autosufficiente, promuovendone e garantendone i diritti, arrivando laddove lo Stato troppo spesso non arriva”.

“Il nostro auspicio – concludono – è che questa proposta di legge possa essere calendarizzata per la sua approvazione definitiva al più presto”.

 

Print Friendly, PDF & Email