Protesta contro parcheggio in piazza degli artisti a Napoli

Sosteniamo e condividiamo la battaglia dei residenti e di quanti non vogliono il parcheggio sotterraneo in piazza degli artisti perché siamo di fronte a un’opera altamente impattante per il quartiere e che è stata calata dall’alto senza alcun confronto con i cittadini che dovranno fare i conti con un cantiere che rischia di degradare ancor di più una zona che invece va riqualificata.

Lo hanno detto i Verdi che, con il Borrelli, i consiglieri municipali Rino Nasti e Giovanni Greco, l’assessora municipale Valentina Barberio e il portavoce del Sole che ride di Vomero e Arenella, Matteo Di Bello, hanno partecipato al corteo di protesta “anche perché si rischia di aprire un cantiere che potrebbe occupare l’area per anni, mettendo a rischio anche il vicino Parco Mascagna che rischia di diventare un deposito di attrezzi e materiali di lavorazione invece di essere tutelato come meriterebbe con il riconoscimento del
vincolo paesaggistico che stiamo chiedendo da anni”.
“Un parcheggio sotterraneo in piazza degli artisti va contro ogni logica e si scontra, frontalmente, con le politiche che tendono alla riduzione dello smog nelle zone che già soffrono dell’eccessiva presenza di auto e moto” hanno aggiunto i Verdi senza dimenticare che “un parcheggio di quelle dimensioni in quella zona rischia di creare anche problemi alla circolazione di chi è diretto alla zona ospedaliera, soprattutto al

Print Friendly