Libri. Il primo E Book sulla storia e bellezze di Casoria (NA)

Libri. Realizzato dai ragazzi della seconda A dell’I. C. 1° “Ludovico da centrale”. All’I. C. 1° Ludovico da centrale nasce il primo e Book interamente ideato e progettato dagli alunni della classe seconda A della secondaria di primo grado. Gli hanno aderito al concorso dell’USR (Ufficio Scolastiro Regionale) Campania sulle bellezze del territorio.

 

“L’e Book”, spiega l’animatrice digitale della scuola, prof.ssa Genny Tuccillo, “consta di quattro sezioni in 20 pagine. I testi con foto storiche sono stati elaborati dagli alunni sotto la preziosa guida della professoressa Nunzia Meucci, la ricerca e la decodifica delle opere d’arte sono state egregiamente guidate dal prof. Agostino che ha condotto gli alunni nei luoghi storici di Casoria , immergendoli nella dell’arte dal 1400 ad oggi. Sono state ricercate ricette tipiche accuratamente realizzate ed illustrate dagli studenti coinvolti”, “Un’ esperienza arricchente e particolarmente entusiasmante”, ha commentato orgogliosa e molto soddisfatta la Dirigente scolastica della scuola, prof.ssa Maria Grazia Puzone, che ha seguito e incoraggiato gli alunni durante tutte le fasi del percorso progettuale, basato sulla metodologia della “ricerca/azione”. Essi, suddivisi in gruppi secondo le loro inclinazioni e passioni, hanno, poi, condiviso i risultati delle loro ricerche nel gruppo allargato, armeggiando con qrcode e traducendo in codici i momenti più importanti della ricerca. Il testo digitale è composto di sezioni fotografiche, video e ricettario visivo. Esso consente di compiere un tuffo nel passato alla riscoperta delle “radici” di Casoria e di riportare in luce, facendolo riemergere dalle tenebre dell’oblio e dell’indifferenza, uno dei tanti tesori del patrimonio artistico della Città: l’Arciconfraternita Santa Maria della Pietà eretta nella “Insigne Collegiale e Parrocchiale – Chiesa di San Mauro Abate in Casoria”. I ragazzi, infatti, accompagnati dal prof. Saviano, l’hanno visitata e ne hanno potuto apprezzare le opere che vi sono custodite grazie alla guida del signor Domenico , “memoria storica di Casoria”: gli affreschi di De Martino, l’Ipogeo risalente al 1470, le tele della scuola di Luca Giordano, la “Pala” d’Altare attribuita al Ribeira, vari dettagli della Cappella e degli affreschi, la pietra penitenziale, un abito originale di un membro dell’Arciconfraternita e un sarcofago. “Appetitosa” la sezione nella quale la scolaresca ha mostrato due ricette tipiche della tradizione culinaria casoriana, spiegando in maniera precisa, con il supporto iconografico, le fasi di preparazione: la lasagna e i peperoni in agrodolce. Due, inoltre, le interviste effettuate dagli alunni: la prima, realizzata con un video, al prof. Saviano, sul CAM, Museo d’Arte Contemporanea, di cui è Direttore artistico Antonio ; la seconda persona intervistata è stata la Dirigente Puzone, la quale, tra l’altro, ha evidenziato che “è proficua la con le diverse realtà istituzionali e associative del territorio, indispensabile per realizzare una progettualità integrata, radicata sul territorio. L’ultima sezione, “Vorrei”, è dedicata ai desideri dei ragazzi riguardanti la qualità della vita urbana a Casoria.

Print Friendly, PDF & Email