Mezzogiorno sempre più disagiato secondo Eurispes

. Disarmante l’ultimo rapporto Eurispes sul . Una condizione di pieno disagio è affrontata dagli abitanti delle Isole. L’aumento della popolazione in question che si rivolge alla Caritas è in costante aumento.

Le richieste sono le più svariate; un posto dove vivere, il curarsi oppure il mantenimento dei figli per o studio. Otto persone su dieci ammettono che la perdita del posto di è la principale causa di questo impoverimento.

Dato molto preoccupante è anche la richiesta di forme di prestito non legale. Il 25,5% degli abitanti del dichiarano di conoscere persone che sono state costrette a rivolgersi ad un usuraio. Tra le strategie adottate per far fronte alle difficili condizioni economiche soprattutto al (31,5%) e nelle Isole (26%) si è chiesto aiuto e sostegno alle  di origine e non è mancato chi è dovuto tornare a vivere con i propri genitori o con i suoceri per necessità (14,2% nelle Isole; 11,1% al Sud).

Fronte sanitaria. In questo caso l’Italia ha tre motori; al , si regista un servizio accettabile, il Centro si colloca in una posizione fatta da e servizio non adeguato mentre nel Mezzogiorno i disagi sono estremamente frequenti.  Liste d’attese per visite ed esami sono  mal comune in tutto il Paese, ma se al -Ovest le ha sperimentate il 49,8%, la quota tocca punte del 93,2% al Sud, e del 90% circa nelle Isole.

 

Print Friendly, PDF & Email