L’occhio del bambino

6° Congresso Internazionale dell’ per la ROP

Il 23 e 24 giugno, all’ di a , si svolgerà il convegno dal titolo‘ – 6° Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana del Gruppo di Studio per la .  Il convegno è  organizzato e presieduto  dal Dott. Salvatore Capobianco, già Direttore Struttura Dipartimentale: Centro di Riferimento Regionale per la prevenzione, la diagnosi ed il trattamento della Retinopatia del Prematuro (ROP) presso l’Azienda Ospedaliera per bambini Santobono – Pausilipon di .

 

Scopo del Congresso vuole essere quello di rinforzare il rapporto tra l’oculista e le altre figure che lo supportano nella gestione delle patologie oculari del neonato prematuro, con la partecipazione di alcuni illustri Clinici e Studiosi provenienti da tutta Italia e da gran parte del mondo. Sono previsti interventi riguardanti la ricerca, la clinica, la terapia e la gestione dei servizi sanitari che coinvolgono il neonato prematuro ad alto rischio di cecità. Il tutto allo scopo di rinsaldare le esigenze di ricerca e la partecipazione alla rete nazionale, anche in telemedicina, dei centri di eccellenza che si occupano di oftalmologia neonatale e che fanno capo al Gruppo di Studio presieduto dallo stesso Dr. Capobianco..

“Nel corso del Congresso – spiega Salvatore Capobianco – verranno presi in esame gli aspetti riguardanti l’epidemiologia e l’eziopatogenesi della malattia; ci soffermeremo in particolare sugli aspetti relativi all’assistenza neonatologica ed oculistica del neonato a rischio di ROP. Inoltre verranno chiarite e discusse le classificazioni della malattia, i tempi e le metodiche del follow-up, le metodiche diagnostiche con particolare riferimento agli esami strumentali. Ma parleremo anche delle strategie di prevenzione, delle metodiche di trattamento medico, parachirurgico e chirurgico, e delle sequele neruoftalmologiche della prematurità ascoltando in merito a tutto ciò il parere del neonatologo, dell’oculista,  dell’ortottista, dell’ottico, dello psicologo e del medico-legale.  Concluderà il Congresso una breve panoramica dedicata alle voci di alcuni operatori del settore direttamente coinvolti in varie zone d’Italia nella cura del neonato pretermine affetto da problematiche oculistiche.”

E’ prevista la partecipazione del Prof. Fielder (storico studioso inglese della patologia e padre della classificazione internazionale di questa) e del Prof. Capone (proveniente da Detroit, espertissimo chirurgo vitreo-retinico del neonato).

 

 

Print Friendly