L’estate del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli tra storia e musica

Al via domani, 26 giugno, ore 18, con un inedito del cantautore
Per tutto il mese di luglio, un ciclo di eventi su Masaniello e tanti teatrali

 

Inizia all’insegna della musica l’estate de ilCartastorie | Museo dell’ del Banco di . Domani, lunedì 26 giugno, alle ore 18, il cantautore Maldestro presenterà in anteprima, nella cornice del cortile della Fondazione Banco di (via dei Tribunali 213), “La storia e la bellezza”, canzone ispirata dal più grande bancario del mondo. Dal martedì sarà disponibile online il videoclip (per la regia di Federico Catalano), le cui riprese sono state effettuate nelle stesse sale dell’Archivio nel mese di maggio.

Il brano, prodotto e arrangiato da , è una vera e propria colonna sonora del museo e si inserisce tra le attività di valorizzazione de ilCartastorie in qualità di residenza musicale, un progetto nato in collaborazione con Campania Music Commission e realizzato insieme ad Arealive.  L’iniziativa vede coinvolti i soggetti locali al fine di valorizzare giovani professionalità, beni culturali, musica e con essi il territorio, anche secondo la mission della CMC partner della Fondazione. In occasione dell’evento, il percorso multimedialeKaleidos sarà visitabile gratuitamente, a partire dalle ore 17 fino all’inizio della performance, per consentire a tutti i partecipanti di immergersi nei suggestivi ambienti d’Archivio e percepire quella stessa ricchezza della “storia” in esso racchiusa e la “bellezza” del mondo di carte interpretato da Maldestro.

Ma l’estate de ilCartastorie offrirà intrattenimento, musica e arte nel cuore di Napoli per tutto il mese di luglio. Dal 7 al 16 luglio si celebreranno i 470 anni della rivolta di Masaniello col ciclo di eventi “Mora il Malgoverno!”, i cui avvenimenti sono stati delineati grazie alle ricerche svolte nell’Archivio Storico del Banco di Napoli. La inizierà con una performance del Popolo Vascio, gruppo di musica popolare, e continuerà con visite teatralizzate a tema grazie alla collaborazione dell’ NarteA, includendo un prodotto multimediale narrativo e una mostra di scritture degli antichi banchi.

Infine, l’intimo cortile di Palazzo Ricca accoglierà, il 19 e il 20 luglio, l’Amleto, presentato in lingua originale dalla compagnia The Hats; e, per tutti i sabati del mese di luglio, la teatrale a cura dell’Associazione Culturale NarteA.

Tutte le iniziative rientrano nell’opera di valorizzazione delle scritture degli antichi banchi svolta da ilCartastorie, che per questo ha ottenuto il Premio dell’Unione Europea per il patrimonio culturale/ Europa Nostra Awards 2017 (il più importante riconoscimento europeo del settore), il Premio Cultura + Impresa e il Premio Financial Cultural Heritage.

L’Archivio Storico del Banco di Napoli custodisce al suo interno la plurisecolare documentazione riguardante l’attività degli antichi banchi della città, scritture che vanno dalla metà del 1500 ad oggi. La particolarità delle scritture risiede nella chiarezza e nella completezza delle “causali di pagamento”. Una patrimonio grazie a cui notizie inedite di opere realizzate da illustri artisti, insoliti aspetti dell’economia quotidiana e centinaia di migliaia di storie personali, celebri o ignote, sono giunte a noi attraverso i secoli e che oggi possono essere divulgate in maniera originale attraverso le più disparate forme artistiche.

 

Print Friendly, PDF & Email