Agricoltura, Regione Lazio: approvata in giunta la richiesta di calamità per le gelate

La Regione Lazio stima che i danni all’agricoltura ammontino a 125.796.437,98 euro

 

La Giunta regionale del Lazio ha approvato la delibera di proposta di declaratoria di eccezionalità dei danni causati dalle gelate verificatesi nello scorso mese di aprile, a seguito degli accertamenti della Direzione regionale Agricoltura che li ha quantificati in un totale pari a 125.796.437,98 euro.

I tecnici delle Aree Decentrate Agricoltura di , , e , sulla base delle segnalazioni pervenute, hanno infatti delimitato le aree e valutato i danni alle produzioni agricole, tali da compromettere fortemente i redditi agricoli, ripartendoli nel seguente modo:

–              di Frosinone nei Comuni di Anagni, Paliano, Piglio, Serrone: 1.395.900 euro, pari al 35,47% della Produzione Lorda Vendibile ordinaria del territorio delimitato;

–              provincia di Latina nei Comuni di Aprilia, Cisterna di Latina, Cori, Fondi, Latina, Pontinia, Priverno, Roccagorga, Roccasecca, Sabaudia, Sermoneta, Sezze e Terracina: 74.108.664,38 euro, pari al 80,18% della P.L.V.;

–              provincia di Rieti, nel Comune di Poggio Mirteto: 68.943,60, pari al 72% della P.L.V.;

–              provincia di Roma nei Comuni di Affile, Albano Laziale, Ardea, Capena, Castel Gandolfo, Cave, Ciampino, Frascati, Genazzano, Grottaferrata, Guidonia, Labico, Lanuvio, Marcellina, Marino, Mentana, Montelibretti, Monte Porzio Catone, Monterotondo, Moricone, Nettuno, Olevano Romano, Palestrina, Palombara Sabina, Pomezia, Roma, San Cesareo, Sant’Oreste, Velletri e Zagarolo: 18.280.800 euro, pari al 82,99% della P.L.V.;

–              provincia di Viterbo nei Comuni di Bassano Romano, Calcata, Capranica, Caprarola, Carbognano, Castiglione in Teverina, Civita Castellana, Civitella D’Agliano, Corchiano, Fabrica di Roma, Faleria, Gallese, Orte, Soriano nel Cimino, Vasanello e Vignanello: 31.942.130 euro, pari al 64,32% della P.L.V.

Tale proposta sarà ora trasmessa al MIPAAF al fine del riconoscimento, con Decreto del Ministro, dell’eccezionalità dell’evento calamitoso.

Successivamente, dalla data di pubblicazione sulla GURI del Decreto Ministeriale, decorrono, per le imprese agricole ricadenti nel territorio delimitato, i 45 giorni per la presentazione della domanda di richiesta di contributo alle Aree Agricoltura Decentrate competenti.

Infine, Il Ministero disporrà con proprio decreto il piano di riparto delle somme da prelevarsi dal Fondo di Solidarietà Nazionale.

Print Friendly, PDF & Email