Ischia, ABBAC; appello ai turisti a non abbandonare la Campania

L’ l’associazione dei B&B e affittacamere della Campania lancia un appello  ai e ai viaggiatori In queste ore stanno abbandonando gli alberghi e le strutture ricettive dell’Isola di a seguito del della scorsa notte.




 

“Siamo disponibili a fornire soggiorni in alloggi e B&B a nell’intero comprensorio che  non sono state coinvolte dalle scosse telluriche – Dichiara – garantiamo agevolazioni e sconti in accordo con i nostri soci gestori disponibili per evitare l’abbandono anche della Campania. Sono molte le attrattive turistiche e culturali che la nostra regione può offrire, ovviando in questo modo al soggiorno  sull’isola di Ischia qualora non si voglia rimanere. Sono tante le località turistiche del territorio che possono accogliere questi viaggiatori e garantire loro altrettante opportunità di trascorrere una serena vacanza. Dall’associazione comunicano che sono in stretto contatto  con gli operatori associati che si renderanno disponibili a garantire camere libere in queste ore per offrire una variabile di soggiorno e trattenere così gli ospiti italiani e stranieri che avevano contato sull’isola di Ischia per la loro vacanza.

Dal sito internet www.bbcampania.net e www.abbac.it è possibile consultare l’elenco delle strutture ricettive extralberghiere associate della Campania che possono essere prenotate direttamente o contattando il nostro numero Whatsapp 3755034102

“Faccio appello anche alle istituzioni Regionali affinché predispongano presso il porto, l’aeroporto e la stazione degli infopoint in grado di fornire assistenza e supporto . Appare riprovevole e da condannare quanto occorso in queste ore circa il pagamento dei ticket di viaggio a cui sono stati obbligati viaggiatori e i turisti in fuga dall’Isola. Ricordo che molte strutture ricettive alberghiere non sono più agibili e l’isola in questi giorni era in overbooking. La Regione provveda ad emanare gli atti amministrativi necessari per decretare lo stato di calamità o altra formula adoperata nel caso di emergenza e in accordo con gli armatori operanti nel golfo di Napoli proceda a garantire passaggi gratuiti per favorire il decorso dei turisti verso la terraferma”

Print Friendly, PDF & Email