“Esito negativo della conciliazione dal Prefetto si va allo sciopero del personale educativo scolastico del Comune di Fiumicino”

Fiumicino – Dichiarazioni di Roma Capitale e Rieti
Ieri si è svolto in di Roma il tentativo di conciliazione obbligatorio tra la CISL FP ed il di Fiumicino rappresentato dalla segretaria generale Tripodi ed il dirigente del settore scuole comunali Rizzi.

 

 

Dopo una lunga rappresentazione da parte della nostra sigla sindacale in merito all’emergenza occupazionale delle circa cento insegnanti ed educatrici precarie del Comune, in alcuni casi con oltre 20 anni sulle spalle di precariato, per le quali la CISL FP, grazie alla riforma Madia sulla , ne chiede la stabilizzazione diretta utilizzando le graduatorie del concorso pubblico a tempo determinato già svolto nel 2014 e conseguentemente chiedendo pertanto la revoca dei bandi pubblicati lo scorso anno dal comune con la sola riserva dei posti per le precarie al 50%, i rappresentanti del comune hanno confermato la volontà dell’amministrazione di procedere con i concorsi banditi non volendo procedere alla stabilizzazione diretta, annunciando che già nel mese di marzo si procederà ai colloqui per il concorso della scuola dell’infanzia mentre per il concorso degli ci vorranno ancora diversi mesi per lo svolgimento delle prove preselettive per gli oltre 1700 candidati.



A questo a seguito dell’esito negativo del tentativo di conciliazione, nei prossimi giorni saranno organizzate nuove assemblee e proclamato lo sciopero del personale educativo scolastico. Sarà anche inviato apposito esposto alle autorità competenti circa la verifica della correttezza circa le procedure concorsuali che il Comune ostinatamente intende portare a compimento, sui costi che hanno già comportato e che incideranno sulle casse del Comune di Fiumicino, anche al fine della verifica del principio dell’economicità dell’azione amministrativa, e sull’utilizzo dei lavoratori interinali nel settore educatico scolastico attraverso il rinnovo di un appalto alla stessa interinale.

Print Friendly, PDF & Email