Tre giorni di dibattiti su medicina veterinaria e Lea.

Medicina veterinaria – Convegno residenziale sulla sanità di prevenzione, al via domani a Laceno la 30esima edizione. Convocata anche la prima riunione del comitato centrale della Fnovi. Limone: “Medicina veterinaria fondamentale per la sanità di prevenzione”

Al via domani, presso il Grand Hotel Grisone di Laceno, la trentesima edizione del convegno residenziale sulla sanità di prevenzione organizzato e promosso dall’ del Mezzogiorno in sinergia con l’Asl di Avellino, la e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e con gli ordini dei medici veterinari di Avellino, Napoli, Salerno, Benevento e Caserta. Il tema del convegno sarà “La medicina veterinaria: innanzitutto i Lea”. Nel corso del convegno, inoltre, si svolgerà la prima riunione del Comitato centrale della Fnovi (Federazione nazionale degli ordini veterinari italiani) dopo l’insediamento e la designazione delle cariche.

Domani, alle ore 10.00. Dopo i saluti di Vincenzo D’Amato, presidente dell’ Veterinari di Avellino e di , direttore generale dell’ Sperimentale del Mezzogiorno, nel corso della prima sessione di lavori si affronterà il tema dell’antibiotico , illustrando le best practices in veterinaria. Si parlerà, inoltre, di produzioni alimentari e sostenibilità ambientale e della gestione dei reflui zootecnici e delle criticità in Campania e del programma di biosicurezza per gli allevamenti. Sarà presentata anche la ricerca “Sicurezza e salute sul lavoro nel settore bufalino” realizzata da Inail e Izsm. Nella seconda sessione, dopo l’indirizzo di saluto di , sindaco di , e di Vincenzo D’Amato, saranno illustrati il quadro epidemiologico di tubercolosi e brucellosi negli allevamenti campani e  le attività della Task force per le emergenze del comparto bufalino in regione Campania. Seguirà una tavola rotonda a cui parteciperanno Silvio Borrello, direttore generale della direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute; il colonnello Vincenzo Maresca, comandante del gruppo dei carabinieri per la tutela della salute di Napoli – Italia meridionale; Antonio Postiglione, dirigente della direzione generale per la Tutela della salute e il coordinamento del sistema sanitario della Regione Campania e Antonio Limone. Le conclusioni saranno affidate a Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.

Sabato 10 marzo, a partire dalle ore 9.00, si terrà la tavola rotonda, moderata da Onofrio Manzi e Paolo Sarnelli, con i direttori generali delle della Regione Campania.

Alle ore 15.00, invece, si terrà la tavola rotonda, moderata da Antonio Limone, sulla Professione del medico veterinario e sui riflessi sulla salute a cui parteciperanno i presidenti degli ordini professionali regionali.

Ultimo giorno di lavori domenica 11 marzo. Alle ore 9.00 si terrà la tavola rotonda dal tema “Il Polo didattico integrato: il modello Campania”.

Alle ore 11.00, infine, si terrà la tavola rotonda dedicata alla rete di epidemiosorveglianza degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani a cui prenderanno parte, tra gli altri, i rappresentanti del Ministero della Salute e i direttori generali degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani .

“Obiettivo di questo convegno – ha spiegato Antonio Limone – è quello di ribadire il ruolo della medicina veterinaria nell’ambito della sanità di prevenzione. Si tratta di un ruolo da non sottovalutare non solo perché parliamo di Lea e la medicina veterinaria contribuisce al raggiungimento degli obiettivi, ma anche perché quando si parla di salute umana non si può non tenere conto della sanità preventiva che tocca problematiche di grande importanza come l’antibiotico resistenza e le antropozoonosi, ossia le malattie infettive trasmissibili dall’animale all’uomo”.

Print Friendly, PDF & Email