Il libro dell’autore siciliano Cascio “Di Rabbia e d’Amuri” a Napoli per due eventi: Festibàl e Viaggio Lib(e)ro

Festibàl e Viaggio Lib(e)ro – Doppio appuntamento per Antonio Manuel Marco Cascio e il suo libro “Di Rabbia e d’Amuri” (Graus Editore) a Napoli, in occasione del Festibàl e della rassegna culturale “Viaggio Libero”.
Il Festibàl, la rassegna di scintille, musiche e balli comunitari Sud a Napoli, che lo vedrà protagonista il 17 marzo alle 18 all’ex asilo Filangieri (via Giuseppe Maffei, 4), sarà l’occasione giusta per lo scrittore Cascio di rivelare un viaggio, un romanzo ed il suo amore per il Sud. All’incontro “Libri e cucina” volto alla conoscenza del mondo culinario e letterario della Sicilia, l’autore alternerà letture del libro a vere e proprie dimostrazioni culinarie.

 

 

Il giorno 19 marzo alle ore 10 presso l’Antisala dei Baroni, invece, l’autore siciliano sarà impegnato in “Viaggio Lib(e)ro”, progetto organizzato dalla stessa casa editrice Graus. In occasione dell’incontro saranno presenti gli studenti dell’IIS “Giancarlo Siani”, dell’IS “G.Moscati” e dell’IC “Regina Coeli”. Il testo, edito da Graus Editore, racconta la storia di un giovane siciliano, costretto ad allontanarsi dalla sua amata terra per studiare al nord: un racconto di sacrifici, rinunce e nostalgia, ma anche di speranza, passione ed amore, per la propria donna e per la propria terra. Una terra che, come disse Paolo Borsellino, “un giorno sarà bellissima” e a cui Antonio Cascio è legato in maniera indissolubile.
«La rabbia – racconta lo scrittore – è quella che si prova quando si deve andar via dalla propria terra in cerca di un lavoro e di un futuro migliore; l’amore è quello incondizionato nei confronti della propria terra, l’attaccamento alle proprie origini, ai propri luoghi, a quello che si lascia con l’auspicio di poter tornare”, perché “la partenza non è altro che l’inizio del viaggio di ritorno verso casa», conclude Cascio.

Print Friendly, PDF & Email