Città Metropolitana di Napoli-FI: “presto camera dei sindaci per uscire dal patto”

– “Il nostro giudizio sulla legge di riforma delle Province e l’istituzione delle Città metropolitane rimane severo. Il Pd, Renzi e Delrio obbligarono, a suon di fiducia, il Parlamento a votare una norma che abbandona cittadini ed imprese ad un destino infausto, tra strade gruviera e pericolose ed istituti scolastici senza manutenzione e talvolta privi di riscaldamento. Questo però non può giustificare una gestione verticistica e burocratica della Città ”.
Lo affermano i Consiglieri di della Città Metropolitana di Napoli, per i quali “il sindaco , sommerso dalla sua incapacità gestionale del Comune, latita e quindi manca un governo politico della proposta come traspare peraltro anche dalla bozza preconfezionata di Bilancio che non garantisce agli studenti un servizio di istruzione adeguato e nemmeno una sicura transitabilità delle numerose strade piene di buche che mettono a rischio la sicurezza degli automobilisti napoletani”.

“Non ci interessano poltrone e strapuntini, – precisano gli esponenti di Forza Italia – ma il rispetto assoluto di un “patto istituzionale” che sinora è rimasto lettera morta”. “Quel patto che già da mesi abbiamo denunciato come inattuato, – aggiungono – avrebbe dovuto garantire maggiore concertazione e collaborazione col solo scopo di migliorare i servizi per i cittadini e le imprese napoletane”.

“Per questa ragione il Coordinamento provinciale di Forza Italia, con la presenza dei consiglieri metropolitani, ha deciso di convocare subito dopo le festività pasquali la “Camera dei Sindaci” di Forza Italia della provincia di Napoli al fine di indicare la linea strategica ed il rapporto che si dovrà tenere con il sindaco metropolitano ed il “suo” bilancio”, concludono i Consiglieri di Forza Italia della Città Metropolitana di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email