“Laura” di Murìcena Teatro in scena ai Quartieri Airots

Dal 12 al 15 aprile (dal giovedì al sabato alle ore 21 e domenica ore 18:30) ai Quartieri Airots (via Carlo de Cesare, 9 – Napoli), Murìcena Teatro presenta la sua nuova produzione in forma di primo studio LAURA, adattato e diretto da Fulvio Sacco, che ne è anche interprete insieme a Raffaele Parisi. Lo spettacolo vede la partecipazione in voce di Marianita Carfora, le scene sono a cura di Mauro Rea, i costumi di Antonietta Rendina e i suoni di Andrea Cimmino.

Le foto sono di Claudio Menna.

Per il debutto di Laura, abbiamo intervistato Fulvio Sacco.

“Laura” di Murìcena Teatro in scena ai Quartieri Airots

Come nasce lo spettacolo e da cosa prende spunto?

Lo spettacolo nasce dalla lettura di “Notte degli Uomini” di Jean Bernard-Luc. Un testo bellissimo e con una dimensione assolutamente “universale” di teatro. Il testo è degli anni ’50 ma, in esso, ho visto la possibilità di poter raccontare, oltre che l’intima vicenda dei personaggi in scena, la realtà che noi viviamo quotidianamente fatta di situazioni politiche incerte e instabili. Da qui quindi, l’idea di adattarlo per poterlo portare in un futuro poco chiaro ma riconoscibile e vicino a tutti noi.

“Laura” di Murìcena Teatro in scena ai Quartieri Airots 1

In scena c’è lei con Raffaele Parisi e la voce registrata di Marianita Canfora, che richiama il personaggio femminile da cui prende il nome lo spettacolo. Laura chi e cosa rappresenta per i due personaggi maschili?

Difficile rispondere a questa domanda senza svelare uno dei tanti colpi di scena presenti nello spettacolo. Quello che posso dire, è che Laura è sicuramente la vera protagonista della vicenda, pur non comparendo mai fisicamente in scena. È attorno a lei, infatti, che la vicenda si svolge, ed è per lei che i due personaggi in scena fanno vivere lo spettacolo. Raffaele e Marianita? Sono semplicemente due compagni di lavoro straordinari.

“Laura” di Murìcena Teatro in scena ai Quartieri Airots 2

Com’è possibile raccontare attraverso un microcosmo una tragedia più ampia?

Noi raccontiamo la tragedia intima dei personaggi, ciò che accade fuori è presente, importante, funzionale, ma secondario all’interno dello spettacolo.

 

Come si può rappresentare e raccontare la violenza a teatro?

La violenza porta sempre con se varie conseguenze. Noi abbiamo deciso di focalizzarci sulla profonda solitudine dei personaggi presenti in scena, il loro smarrimento e la loro impotenza davanti ai fatti che accadono nel corso della storia e da cui non possono sottrarsi.

“Laura” di Murìcena Teatro in scena ai Quartieri Airots 3

Lo spettacolo verrà presentato ai Quartieri Airots come primo studio. Che tipo di evoluzione subirà la messa in scena in futuro?

Ci è sempre stato chiaro il punto di partenza, ma quello di arrivo non vogliamo darcelo, potrebbe essere limitante per noi stessi. Per ora abbiamo solo voglia di presentare al pubblico questo primo studio, poi in seguito, capiremo in che modo evolvere e continuare il lavoro.

 

Primo studio. Dal 12 al 15 aprile 2018 dal giovedì al sabato alle ore 21 e la domenica alle ore 18:30

QUARTIERI AIROTS via Carlo de Cesare, 9 – 80132 Napoli

Info e prenotazioni: 081-18498998, dalle 11 alle 19 | ti.st1531798003oria@1531798003ofni1531798003

Biglietto unico euro 10,00

Print Friendly, PDF & Email