Il futuro premier Conte visto dalla rete. I dubbi sulla veridicità del curriculum dal New York Times

– Nel ufficiale, inviato alla Conte dichiara di aver trascorso negli anni 28 al 2012, almeno un mese nell’ statunitense.
Notizia questa smentita dalla portavoce della New York University, Michelle Tsai: “Una persona con questo nome non compare nei nostri archivi come studente o membro di facoltà”, aggiungendo che è  possibile che Conte abbia seguito qualche programma di due giorni per i quali la scuola non tiene registri.


Print Friendly, PDF & Email