I miti del cinema ad Eccellenze a Capri. Tra spettacolo e solidarietà

I miti del cinema hanno dominato la scena del weekend sulla piscina del Quisisana in occasione della serata finale di “Eccellenze a Capri”, il format che dal 2008 promuove il made in Campania in Italia all’estero, a cura di Enzo e Luisa Citarella, e che quest’anno ha esteso i suoi orizzonti anche alle eccellenze nazionali.

Ornella Muti, , Anna Galiena Sofia Milos, Elena Russo, Sara Ricci e Fabio Troiano hanno tenuto banco in una serata all’insegna dell’arte, , impresa e moda che ha concluso la “due giorni” di eventi iniziata con l’esibizione dell’ex campione Claudio Chiappucci e con un forum internazionale sul turismo sportivo.

Momento culminante è stato il premio “Storie Eccellenti”, realizzato grazie al contributo di Alma agenzia per il lavoro, Allianz, Articolo 1, Olisistem start, – Si Impresa, E & C Greco Mare, Promoidea, Snav, Fides Information Technology, Confapi Industria – Turismo Campania, Acqua di Capri, Luxury Cars and Yachts e patrocinato dallaCuria Arcivescovile di Napoli, – Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Camera di Commercio di Napoli – Si Impresa, Unione Stampa Sportiva Italiana. Ornella Muti, diva senza tempo, simbolo della bellezza italiana nel mondo. “Nonostante i tanti impegni non volevo mancare a questa meravigliosa kermesse che valorizza le numerose eccellenze del nostro Paese. Per me è un premio particolarmente gradito anche perché mi viene consegnato dall’artista della bellezza Silvio Smeraglia”, chirurgo plastico noto per il suo impegno sul fronte della solidarietà che da tempo cura gratuitamente le donne vittime di violenza e aggressioni.

Elegante e misurata, con il sorriso che l’ha resa famosa ovunque e le fossette sulle guance, la Muti ha ammaliato tutti e, pur camuffata da occhiali alla moda a coprire quegli occhi che continuano ad avere un effetto magnetico, non è passata inosservata tra la folla caprese. Giancarlo Giannini, nel ritirare l’opera in cristallo, la “vela di Alma”, ha lanciato un grido d’amore per Napoli. “Sono del Nord, ma napoletano dentro. Ho vissuto nei quartieri popolari della città dai 9 ai 19 anni. L’età decisiva per ogni uomo, e dunque ce l’ho nel cuore”. Le parole hanno trovato subito sponda negli occhi azzurri esaltati da abbronzatura e vestito verde acquamarina di Alessandra Clemente, giovane e brillante assessore comunale che seduta al fianco del popolarissimo attore, ha chiesto la disponibilità per una manifestazione in Comune anche per ricordare quei tempi e sottolinearne il legame.

Protagonista della serata anche l’atleta paralimpica nonché deputato della Repubblica italiana Giusy Versace, premiata daCarlo Rossanigo, Head of Communication & Public Affairs di Allianz Italia, a testimoniare l’impegno per il mondo dello da parte dell’azienda. “Sono entrata in in punta di piedi, seppure in carbonio, dico sempre, ho osservato, ascoltato, studiato e ho presentato di recente la mia prima proposta di legge volta proprio a migliorare la cultura di questo Paese grazie allo   – ha detto la Versace –  Ho chiesto l’aggiornamento del nomenclatore tariffario affinchè tutti gli ausili sportivi siano menzionati all’interno di questo elenco, ma soprattutto che lo Stato riconosca lo come diritto, come terapia e mezzo di inclusione sociale, però va riconosciuto il diritto allo prima di tutto”. Sul palco il patron di Alma Luigi Scavone, che non è voluto mancare all’iniziativa da lui fortemente sostenuta, prima di far ritorno in Germania per il MotoGP al circuito di Sachesenring con la Team Alma Pramac.

Per il giornalismo riconoscimenti al caprese d’adozione  e al re delle notti tv Gigi Marzullo, entrambi circondati dall’affetto di numerosi fan per selfie-ricordo. Premiate anche Anna Paola Merone, l’esperta di glamour, stili e tendenze del Corriere del Mezzogiorno e Anna Maria Boniello, che racconta l’Isola Azzurra sulle colonne del Mattino da oltre 30 anni. Alla serata, condotta da Emanuela Tittocchia e Katia Noventa con la regia di Massimo Andrei coadiuvato da Mario Zinno eDomenico Morra, hanno preso parte 450 invitati. Momenti particolarmente emozionanti si sono registrati con l’esibizione di  e . Apprezzamento anche per la sfilata dell’Atelier Nicola D’Errico; Principe D’Eleganza; Licia Abet Privè; le scarpe di Cesare Firrao; Giuda; Rebella Shoes; gli occhiali di Marco Melis e i gioielli di Pianegonda.

Nel corso dell’evento glamour, sull’isola del glamour, ha trovato spazio anche la solidarietà: parte del ricavato è stato devoluto a “La tenda” e all’associazione “Con Edith”. L’impegno del patron di Alma, Luigi Scavone, a favore dei più deboli è stato sottolineato da un videomessaggio di Sua Eminenza, card. .

Print Friendly, PDF & Email