Penisola Sorrentina; Abbac trova soluzione per difendere i gestori coinvolti nella maxi inchiesta per il mancato versamento tassa di soggiorno

; Abbac – Giovedì 25 Ottobre Un Incontro A Villa Fondi

Sorrento. Reato di peculato d’uso per il mancato o ritardato versamento dell’imposta di soggiorno. L’Abbac trova una soluzione per derubricare la contestazione penale che sta coinvolgendo decine di operatori della Penisola Sorrentina. L’inchiesta, avviata nelle scorse settimane, a seguito  dell’accertamento di decine di strutture non in regola con il versamento dell’imposta di soggiorno. Sono emerse diverse irregolarità che hanno condotto le Forze dell’Ordine a irrogare non solo sanzioni fiscali ma anche ad aprire un’inchiesta da parte dell’ufficio di Procura di Torre che rischia ora  di mandare a processo decine di operatori.

E’ giusto che i gestori si attengano ai regolamenti che hanno previsto l’esazione dell’imposta di soggiorno ma chi garantisce introiti certi ai Comuni non può ritrovarsi con il rischio di una condanna penale per aver ritardato il versamento magari di qualche giorno – dichiara il presidente Abbac – Il nostro pool di esperti legali coordinato dall’ Michele Lauletta ha individuato il miglior percorso per derubricare dal reato di peculato ed assistere i nostri operatori.

L’Abbac ha immediatamente organizzato un incontro che si svolgerà giovedì 25 ottobre alle ore 16 a Villa Fondi a . “Invitiamo gli operatori a valutare con attenzione i percorsi legali da intraprendere considerato che l’inchiesta segue delle ben precise che vanno rispettate per garantirsi la migliore difesa”.

Print Friendly, PDF & Email