Molino ‘7cento e Marco Carpineti (Cori – LT) sono tra le migliori 500 aziende produttrici di olio extravergine al mondo

Molino ‘7cento e Marco Carpineti (Cori – LT) sono tra le migliori 500 aziende produttrici di al mondo. Ad attestarlo è FLOS OLEI 2019, la guida, giunta alla decima edizione, unanimemente considerata la più importante pubblicazione di settore a livello internazionale. Redatta in doppia lingua, italiano-inglese e italiano-cinese, comprende una panoramica sull’olivicoltura nei 5 continenti, per un totale di 52 Paesi. È la prima guida a respiro internazionale dedicata alle aziende di produzione olearia di tutto il mondo e ai loro oli extravergine di oliva selezionati con criteri di assoluto rigore da un panel di esperti assaggiatori coordinato da Marco Oreggia, curatore del volume. Sarà presentata ufficialmente a dicembre.

Entrambi gli EVOO coresi inseriti nella Flos Olei 2019, il MOLÌ di Molino ‘7cento (punteggio 86) e il MO’MO’ di Carpineti (punteggio 85), sono prodotti dai frutti di oliveti centenari, 100% cultivar Itrana. L’Azienda Agricola Molino ‘7cento, che per la molitura delle olive si avvale del frantoio La Valle dell’Usignolo, si sta rapidamente imponendo grazie alla passione dei che vi lavorano e punta tutto sulla qualità di prodotti unici, come la zafferano di Cori, e frutti antichi, come la pera Abate e la mandorla Tuono. L’azienda coltiva solo piante autoctone del territorio, nel rispetto dei cicli naturali di produzione, seguendo e innovando continuamente le metodologie dell’agricoltura biologica. Essendo un’azienda giovane, è ancora sottoposta al regime di conversione dall’agricoltura comune a quella biologica. Rispettando già ad oggi la normativa prevista per l’agricoltura biologica, otterrà a breve la relativa certificazione (www.molino7cento.it).

L’Azienda Marco Carpineti è una conferma tra le realtà coresi e pontine. Appartenente alla famiglia Carpineti da diverse generazioni, dal 1986 è Marco che, spinto da autentica passione e dal desiderio di vivere in un ambiente intatto, ne prende in mano le redini e ne fa un’azienda modello. Il cambiamento più rilevante è stato senza dubbio l’adozione nel 1994 dei metodi di agricoltura biologica, frutto della volontà di realizzare prodotti veramente sani. L’azienda, nota a livello nazionale e internazionale soprattutto per i suoi vini, ha una produzione di EVOO minore per quantità rispetto a quella vitivinicola ma certamente non per qualità, come dimostra l’inserimento nella Flos Olei 2019. (www.marcocarpineti.com – Mo’mo’: emozione liquida)

Print Friendly, PDF & Email