Concerti di Autunno, recital di Giulio Potenza tra Schumann, Rachmaninov, Medtner e il “prediletto” Janaček

Bozza automatica 11

 

Mercoledì 7 novembre alle ore 20,30 alla Chiesa Luterana di Napoli (via Carlo Poerio, 5), alla rassegna Concerti di Autunno si esibirà il pianista Giulio Potenza, palermitano, classe 1990, già di scena alla Carnegie Hall, al Festival dei due Mondi, al Bangkok Piano Festival e in altre prestigiose sale. Tra le pagine in programma, brani di Leoš Janaček -di cui è un esperto- e ancora di Robert Schumann, Sergej Rachmaninov e Nikolaj Medtner, per un programma tra virtuosismo e originalità. Potenza ha collaborato, tra gli altri, con il compositore irlandese Philip Martin.

Ingresso libero

Info: 338 4390960 / moc.l1542577995iamg@1542577995ittez1542577995neran1542577995aicul1542577995 / www.celna.it

°°°

Mercoledì 7 novembre alle ore 20,30

Chiesa Luterana – via Carlo Poerio 5, Napoli

Giulio Potenza, pianoforte

Robert Schumann (1810-1856), Kinderszenen op.15

Leoš Janaček (1854-1928), Piano sonata 1.x.1905

Leoš Janaček (1854-1928), In the mists

Sergej Rachmaninov (1873-1943), Elegie op. 3 n. 1

Nikolaj Medtner (1880-1951), Sonata tragica op.39 n.5

Giulio Potenza _ Musicista dal grande talento, Potenza ha studiato e si è perfezionato in istituti italiani e stranieri, vantando ad oggi partecipazioni a numerosi festival, sale da concerto e associazioni concertistiche, oltre che esibizioni in veste di solista al fianco di importanti orchestre, tra le quali la Florence Symphonietta diretta da Piero Bellugi, la University London Symphony Orchestra diretta da Daniel Capp e la North Beds Chamber Orchestra diretta da Jan Kaznowski. Attivo anche nell’ambito della musica da camera, ha collaborato con musicisti di fama quali Daniel Rivera, José Menor, Gabriele Baldocci e Oda Voltersvik. Nel 2016 ha inciso “Khoreia”, per l’etichetta discografica Velut Luna, collaborando con il noto compositore irlandese Philip Martin. Attualmente è docente di pianoforte presso la Windsor Piano Academy, è direttore artistico del “Windsor International Piano Competition” (membro dell’Alink – Argerich Foundation) e del Windsor Competitive Festival.

Print Friendly, PDF & Email