Bari Fashion Red Carpet 2018 tra moda e religione

Bari Fashion Red Carpet – La terza edizione dell’evento di di Vincenzo Maiorano si è tenuta presso l’Ateneo di Bari. La giornalista, esperta di costume e conduttrice tv Daniela Mazzacane ha presentato il BFRD

La terza edizione del Bari Fashion Red Carpet (BFRC) si è tenuta il 9 novembre presso l’Ateneo del capoluogo pugliese. Una location suggestiva e storica per l’esclusivo evento di moda che è stato ideato, curato e organizzato dal fashion creator ed editor Vincenzo Maiorano. La giornalista, esperta di costume e conduttrice televisiva Daniela Mazzacane ha presentato il BFRD 2018.
Una terza edizione del gran galà di fashion pugliese ispirata al Met Gala 2018, l’Oscar della moda che si celebra annualmente presso il Metropolitan Museum of Art nell’Upper East Side di New York, con un mix tra ateismo e , sacro e profano, ecclesiastico e laico.

Per questa terza edizione del BFRC ho scelto come tema – ha dichiarato Vincenzo Maiorano – il binomio inscindibile moda-religione, poiché quest’anno più che mai, la moda ha stretto un’alleanza indistruttibile con la religione. Il rapporto tra moda e religione regala sempre spunti interessanti e coinvolgenti. La storia del fashion è pervasa di riferimenti espliciti alla religione ed è sempre entusiasmante “indagare” sulle connessioni tra la moda e l’immaginario cattolico con relativi legami, influenze e deviazioni. Ringrazio vivamente e saluto con affetto tutti i brand che hanno partecipato all’evento, gli sponsor, i partner e il caloroso e attento pubblico.

Parterre ricco e sofisticato per l’esclusivo fashion show che ha celebrato l’eleganza, la bellezza e la creatività dell’haute couture pugliese, con lo scopo di valorizzare e sostenere il commercio e tutte quelle piccole-medie imprese e realtà di nicchia che rappresentano l’eccellenza locale. Ospiti in prima linea il magnifico rettore dell’Università degli Studi di Bari Antonio Felice Uricchio, numerosi esponenti del mondo culturale, politico e imprenditoriale pugliese e diversi esperti del settore, tra cui giornalisti, web influencer e fashion blogger.
Le aziende che hanno contribuito e partecipato al Fashion Red Carpet III sono: la Camiceria Briams di Angela Tana, Nino Armenise, 163 Monopoli di Antonia Napoletano, Vito Di Terlizzi per le spose, Fara Leva e i co-partner dei brand Carmela Palermo ed Enza Martellotta che hanno ufficialmente presentato per la prima volta il loro nuovo marchio di fashion design, Plegs. Teka  ha fatto una breve apparizione durante la sfilata delle creazioni di Briams.
La bellezza delle modelle è stata sottolineata ed evidenziata dal professionista Raffaele De Girolamo di Hair Beauty & Spa che, insieme al suo staff, si è occupato dell’acconciatura e del make up delle indossatrici.
Al termine del gran galà di moda la consigliera comunale Irma Melini ha consegnato una bellissima targa del Comune di Bari al fashion creator Vincenzo Maiorano per l’organizzazione artistica del Bari Fashion Red Carpet.  Tra i partner dell’evento spiccano La Pulisan di Cesario Nuzzo, La Logistica Meridionale di Angelo Salinardi, Selezione Casillo, Open Bar, GTS e Banca Popolare di e Basilicata. Gli scatti del BFRC 2018 sono stati realizzati dal fotografo Checco De Tullio. Il trailer è stato curato da Lino De Nicolò.

 

LE SFILATE DEL

Nino Armenise

Nino  Armenise  è  un  negozio  di  calzature  uomo-  nato  a  Bari  nel  1986.  La  sua  fama  nel  corso  degli anni  è  cresciuta  grazie  alla  qualità  e  particolarità  dei  prodotti.  Notevolmente  conosciuto  per  le  calzature sposa,  offre  prodotti  esclusivi,  realizzati  con  materiali  pregiati  con  uno  sguardo  molto  attento  alle tendenze  moda. Impreziositi  da  PLEGS:  brand  nato  sotto  una  stella  poliedrica  ed  in  continuo mutamento.  Accessori  crochet,  fiori  e  turbanti  che  vestono  il  corpo  dalla  testa  ai  piedi.  PLEGS  è  un   acronimo,  sinonimo  e  contrario  di  sobrietà  e  saggezza.

163  di  Antonia  Napoletano 

Ricerca  ed  eleganza  sono  le  parole  chiave  per  163,  storica  e  nota  boutique  di  Monopoli.  E  parlare  di moda  e  di  stile,  per  163,  significa  parlare  di  ,  di  contemporaneità  e  di  bellezza.

Briams  di  Angela  Tana

Esprimere  l’immortale  eleganza  della  camicia  è  da  sempre  l’obiettivo  di  Angela  Tana.  È  il  capo  must per  eccellenza,  non  può  mancare  nei  nostri  armadi.  Con  il  tempo  ha  assunto  varie  forme  e  vari  modelli, ma a seconda  del  tessuto  o  del  colore,  la  camicia  è  uno  tra  gli  indumenti  che  ci  accompagneranno sempre,  da  sempre.  Capi  impreziositi  dai  turbanti  di  PLEGS  e  dagli  accessori  di    TEKA  gioielli. La conoscenza  delle  pietre  preziose  e  le  tecniche  di  fabbricazione  di  gioielli  sono  il  risultato  di  un  intenso  lavoro dove  Michele  Calabrese,  in  collaborazione  con  orafi  Valenzani  e  sua  figlia  Maria  Teresa,  ha  iniziato  la produzione  di  collezioni  prestigiose  di  alta  raffinatezza.

Fara  Leva

Asimmetrie  danzanti  insieme  a  ritmi  regolari.  Il  concetto  di  moda  che  si  fa  linguaggio  nel  tutt’uno  di  chi lo  indossa.  Il  pret-à-porter  incarna  così  un’idea  di  moda  che  non  ricopre  ma  rivela  la  propria  essenza. Una  linea  che  intende  l’eleganza  come  stile  e  lo  stile  come  riconoscimento.  Questa  è  la  scelta  della boutique  Fara  Leva.

Di  Terlizzi  Boutique

Il  punto  di  riferimento  nel  settore  cerimonia  vanta  uno  staff altamente  qualificato  che  vi  accoglierà nell’elegante  atelier  per  guidarvi  nella  scelta  del  vostro  abito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email