La vera Difesa Civica cresce: la trasparente nomina del Difensore Civico metropolitano di Napoli – Cresce la Voce dei Cittadini – Operiamo tutti insieme contro il clientelismo per la Meritocrazia  

Il Commissario ad acta nominato dal Difensore Civico regionale Avv. Giuseppe Fortunato ha nominato il Difensore Civico della Città Metropolitana di Napoli che, pur essendo obbligatorio, non era mai stato nominato.  L’insediamento del Commissario ad acta si era reso necessario perchè nonostante inviti la Città Metropolitana di Napoli non aveva provveduto. Sulla base di trasparente griglia degli attinenti titoli specifici professionali e di studio è stata nominata fra i candidati  l’Avv. Maria Carmen Piscione.Griglia e decreto di nomina sono in pubblicazione sul Sito della Città metropolitana di Napoli. Piena soddisfazione per il metodo della trasparente griglia meritocratica e per la nomina è stata espressa da Civicrazia, la coalizione di oltre quattromila Associazioni per la legalità e il buon andamento della pubblica amministrazione e affinchè il potere pubblico sia davvero al servizio del Cittadino.
Il Comitato Direttivo di Civicrazia ha evidenziato:
“Finalmente dopo tante nomine arbitrarie di amici di politicanti una nomina meritocratica, trasparente, motivata, comparativa. E’ il metodo che l’Avv. Giuseppe Fortunato aveva già imposto con la propria nomina ottenuta “in nome del Popolo italiano” e cioè con otto pronunce giudiziarie contro la Regione . Ora con lo stesso metodo meritocratico e trasparente l’azione  dell’Avv. Giuseppe Fortunato ha prodotto due significativi risultati: l’attesa nomina  del necessario Difensore Civico della Città metropolitana di Napoli; la dimostrazione concreta dell’alternativa meritocratica al sistema dominante delle nomine immotivate e senza chiara comparazione curriculare.
Due metodi si stanno scontrando: il vigente metodo clientelare e diseducativo per cui i politici fanno quello che vogliono (e quindi i giovani sono disincentivati a studiare e ad acquisire competenze che risultano concretamente  inutili e i servizi non funzionano perchè sono gestiti da incompetenti) e il metodo innovativo che sta sorgendo con la svolta meritocratica.
Per comprendere bene tale opposizione di metodi basta andare a vedere  le tante nomine correnti, non comparative, come quelle dei cacciati predecessori (Bianco e d’Ippolito)  dell’attuale Difensore Civico regionale Avv. Giuseppe Fortunato.

Cresce quindi la “vera” Difesa Civica e cresce a supporto “la Voce dei Cittadini”.
Ora bisogna far sentire la Voce dei Cittadini contro le tante nomine clientelari e reclamare la piena applicazione della Meritocrazia, quindi l’incentivazione ad acquisire competenze, quindi il funzionamento dei servizi pubblici perchè affidati ai più competenti. Operiamo tutti insieme, ovunque, per la svolta meritocratica”.

Print Friendly, PDF & Email