Onb a sostegno dei biologi calabresi

Onb – biologi.  Ci sarà anche l’Ordine Nazionale dei Biologi, con il suo presidente, Vincenzo D’Anna, in piazza Montecitorio, a Roma, il 18 giugno, alla manifestazione organizzata dalla sanità privata calabrese per dire no al “Decreto Calabria” atteso, quello stesso giorno, dall’esame dell’Aula del Senato. “Aderiamo alla manifestazione indettada Federlab e Anisap perché sosteniamo i Biologi e tutto il personale sanitario delle strutture ambulatoriali coinvolte” spiega D’Anna che poi prosegue:
“riteniamo sia ormai palese a tutti come l’attuale ripartizione del fondo sanitario nazionale non copra affatto la differenza di ricchezza che esiste tra le regioni del Nord e quelle del Sud”.

La verità, prosegue il presidente dei Biologi è che “le regioni del Mezzogiorno sono sottofinanziate perché, semplicemente, lo Stato fa parti eguali tra diseguali.
Un calabrese, per capirci, dispone di 150 euro per pagare ticket e prestazioni fuori Lea (livelli essenziali di assistenza); un cittadino lombardo ne ha a disposizione, invece, ben 550”.

Una “sperequazione non più possibile in un paese che ama definirsi civile” conclude D’Anna.

Print Friendly, PDF & Email