Sorrento Incontra le donne, tra musica e danza

 

Le voci di FloGabriella MartinelliMarina Mulopulos e Ginevra De Marco e la danza di Emanuela Bianchini. I ritmi di un cantastorie mediterraneo come Enzo Gragnaniello. E poi il Gran Ballo di Pulcinella e La Santa Allegrezza, e l’omaggio di Alfonso Bruno ed Imma Balduccelli alla poesia del sorrentino Aniello Califano, di cui quest’anno ricorrono i 100 anni dalla morte.

Sorrento Incontra torna, nella sua edizione estiva, da 18 luglio all’8 agosto, con la direzione artistica di Mvula Sungani. La rassegna multidisciplinare, promossa dal Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, in collaborazione con la Fondazione Sorrento e la consulenza del dirigente del Settore Cultura, Antonino Giammarino, proporrà al pubblico otto appuntamenti, tutti ad ingresso libero ed ospitati sulla terrazza della villa comunale Salve D’Esposito, altro grande autore sorrentino di brani entrati nel repertorio delle grandi canzoni napoletane.

L’universo femminile sarà il filo conduttore del cartellone, che sarà inaugurato il 18 luglio, alle ore 19, con una serata omaggio ad Aniello Califano. Un focus, un approfondimento, un tributo per raccontare la vita, la carriera e le curiosità sul grande personaggio. Un viaggio fatto di parole, musica ed immagini emozionerà e divertirà lo spettatore e gli ospiti nel suo ricordo, con la partecipazione di storici e critici musicali e un contributo musicale di Alfonso Bruno ed Imma Balduccelli.

Il 23 luglio, alle 21.15 sarà la volta di Flo, cantautrice e attrice di teatro, una delle personalità più interessanti e versatili della world music d’autore mentre il 24 luglio Sorrento Incontra propone un doppio appuntamento. Alle 18.30, il Gran Ballo di Pulcinella, una parata di maschere, tammorre, danze e ritmi antichi della tradizione popolare campana e, alle 21.15 La Santa Allegrezza, spettacolo di Gianni Aversano e del gruppo Damadakà, incentrato sul repertorio delle tradizioni religiose del Mezzogiorno.

“La pancia è un cervello col buco” è invece il titolo dell’album che dà il titolo al concerto in il 31 luglioore 19. Gabriella Martinelli canterà storie, con ironia e con la sua voce importante che racconta i luoghi, i suoni e i colori che hanno formato la sua crescita artistica.

Sorrento Incontra proseguirà poi l’1 agosto, con Neapolis Mantra, un’opera multidisciplinare a cura del Centro di Produzione Teatro Comunale Tasso, ideata dal regista e coreografo italo-africano Mvula Sungani,che vede insieme la forza della physical dance, con la partecipazione dell’etoile Emanuela Bianchini, Enzo Gragnaniello e la forza della sua voce black, con frammenti di prosa poetica di altri autori. Uno spettacolo di interazione e compenetrazione tra danza e musica live, co-prodotto da Arealive e CRDL, in collaborazione con Sorrento Incontra, MSPD Studios, Calandra Institute City University of New York ed Ilica Usa.

Le due ultime date sono quelle del 6 agosto, alle 21.15 con Marina Mulopulos, la cantante italo greca che da molti anni lavora in modo sperimentale sulla voce come strumento e l’8 agosto con Ginevra De Marco, una delle più apprezzate esponenti del nuovo folk italiano.

Print Friendly, PDF & Email