Successo per lo spettacolo solidale proposto da Carcere Vi.Vo

Anche quest’anno, il gruppo Carcere Vi.Vo, servizio speciale dei laici vincenziani, ha organizzato un concerto di solidarietà per aiutare i detenuti e le loro famiglie.

Un anno particolare questo, in cui proprio l’ Arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe, ha inaugurato l’anno pastorale ponendo al centro la figura di coloro che pur avendo sbagliato, devono essere recuperati come pecorelle smarrite e aggregati nuovamente al resto del gregge. La nostra missione: donare misericordia ai carcerati.

Carmine Uccello, presidente dell’associazione carcere Vi.Vo., ad inizio spettacolo, condotto da Serena Albano, ha ringraziato la Madre Superiore Suor Concetta Pennisi per averci permesso, nonostante alcune problematiche inerenti la struttura ‘Auditorium Luisa de Marillac’, di creare questa opportunità di sostegno alle numerose famiglie dei detenuti.

Per la prima volta abbiamo avuto l’onore di ospitare il coro de ‘Le voci di Massabielle’, guidato dalla una direttrice bravissima a tenere il pubblico partecipe, dal M° Ninì Spinelli e dal fondamentale accompagnamento della M° Lucia Piatto.

Particolare la presenza dei coristi, con addosso gli antichi costumi popolari del Settecento, scesi poi tra il folto pubblico per ballare la ‘Tarantella’ a termine dello spettacolo.

In chiusura, accorato l’appello di Uccello, al fine di aiutare un uomo che ha avuto problemi con la giustizia ma che si è perfettamente integrato nella società civile; importante la sua collaborazione proprio per lo spettacolo.

Print Friendly, PDF & Email