Esempi di inclusione virtuale #iorestoacasa

Radici Associazione di Promozione Sociale organizza attività culturali virtuali accessibili a persone non vedenti e non udenti

 a cura di MCC

Sebbene sia difficile rimanere confinati tra le mura domestiche, le iniziative  di ogni genere promosse sul web e non solo, ci aiutano a trascorrere queste giornate senza tempo.

Alcune associazioni culturali stanno diventando un punto di riferimento  proprio perché continuano a promuovere arte e cultura sfruttando la rete.

Un esempio è  Radici Associazione di Promozione Sociale che, dal 2015, organizza attività divulgative e di formazione per cittadini, scuole, operatori turistici e culturali e imprese, che garantiscano a tutti un accesso immediato all’arte.

Quello dell’accessibilità culturale è un tema molto caro a questo gruppo di giovani storici dell’arte, archeologici e storici che realizzano visite, progetti e laboratori rivolti anche a persone con disabilità motoria, sensoriale e cognitiva.

Oltre a musei e luoghi della cultura tra le iniziative più apprezzate di Radici ci sono le passeggiate alla scoperta di Roma durante le quali la guida spiega monumenti o fatti storici che caratterizzano il percorso scelto. In queste occasioni se ci sono persone con disabilità visiva vengono aiutate a toccare tutto ciò che è fruibile o vengono forniti sussidi come tavole tattili con la riproduzione in rilievo. Ai partecipanti sordi la comprensione delle spiegazioni viene garantita dalla presenza di un interprete della Lingua dei Segni Italiana -LIS- che affianca la guida.

Aderendo alla campagna del MIBACT #iorestoacasa Radici porta avanti queste attività mediante la tecnologia con i progetti: Radici in SEGNO e Ascolta prima di toccare.

Il primo prevede una serie di webinar sulla piattaforma Zoom durante i quali le guide dell’Associazione raccontano ai soci: miti, usi e tradizioni di popoli antichi o luoghi di particolare interesse culturale e il tutto viene tradotto in simultanea da un interprete LIS per garantire la partecipazione anche alle persone sorde.

Esempi di inclusione virtuale #iorestoacasa 1

Ascolta prima di toccare sfrutta un supporto tecnologico diverso. Infatti mediante un gruppo WhatsApp, creato appositamente, vengono condivisi audio dove la voce narrante della guida descrive una zona di Roma, una chiesa, un monumento e così via includendo musiche, suoni e rumori che aiutano l’ascoltatore non vedente ad attraversare piazze, passeggiare tra i rioni della città, vivere la sensazione di toccare mura dalla storia millenaria con la speranza che presto torni ad essere un’esperienza reale.

Nell’attesa per chi avesse voglia di godere di questi racconti di storia, arte, cultura e bellezza i contatti dell’Associazione Radici sono:

Sito web: www.radiciassociazioneculturale.it

Email:

Facebook: https://www.facebook.com/radiciassociazioneculturale

https://www.facebook.com/RadiciForAccessibility/

Instagram: https://www.instagram.com/radiciassociazioneculturale/

Print Friendly, PDF & Email