CORONAVIRUS: DE MAGISTRIS, SI’ AD APP PER TRACCIAMENTI, NO A STATO DI POLIZIA

 

“Per il tracciamento dei contagi attendiamo di capire nel concreto quali saranno i provvedimenti adottati dalle autorità di governo: sicuramente nei prossimi mesi ci sarà una limitazione della privacy ma questo si dovrà fare nella cornice di rispetto dei diritti costituzionali. Non bisogna consentire in alcun modo torsioni autoritarie da Stato di polizia, perché qualcuno potrebbe approfittarne per entrare nella vita degli italiani e fare un utilizzo diverso di questi dati”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ai microfoni di Mariù Adamo in un’intervista realizzata per Mattina 9, il morning show in onda su Canale 9 – 7 Gold.

“Bene il tracciamento ai fini del contenimento della pandemia, ma servono figure che ci garantiscano. Bisogna rispettare gli equilibri costituzionali e stare molto attenti all’opera del sistema criminale che si sta infilando in questi giorni in tante procedure. La criminalità purtroppo non è ferma, anzi ha liquidità e non ha burocrazia”.

Print Friendly, PDF & Email