PD; Angelucci / Ciambella; proposte sulla Scuola consegnate ai nostri referenti in Parlamento e Regione Lazio

Il documento: rinascita-2020-la-scuola-.docx

Proposte sulla consegnate ai nostri referenti in e .

Il 23 aprile scorso abbiamo organizzato un’assemblea sulla piattaforme zoom sul tema della scuola che fu molto partecipata, con Patrizia Prestipino, Eleonora Mattia e a Lena Gissi affrontammo insieme a tantissimi dirigenti scolastici, insegnanti di ordine operanti nelle scuole pubbliche e private tutte le criticità e le prospettive di una scuola che oggi è certamente tra i settori più in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria. La scuola però a nostro giudizio è il punto di forza del nostro Paese da cui si deve ripartire a settembre più forti e strutturati di prima, facendo tesoro dell’esperienza della DAD che ha caratterizzato questo anno scolastico ma facendo un passo in avanti verso la garanzia del diritto allo studio per tutti. In quell’assemblea abbiamo chiesto a tutti di fornire da un punto di vista tecnico i loro contributi e come ci eravamo impegnati a fare, abbiamo sintetizzato, con la collaborazione di Arianna Camellini in un documento di proposta puntuale che abbiamo consegnato ai Capigruppo del di Camera e Senato, Graziano Del Rio e Andrea Marcucci, a Patrizia Prestipino, membro della commissione Cultura e Scuola della Camera dei Deputati, ad Alessandro Alfieri membro della commissione bilancio del Senato, al sottosegretario Simona Malpezzi, alla Presidente della commissione scuola, Eleonora Mattia e al consigliere regionale Eugenio Patanè, perché possano tenerne conto nelle scelte da intraprendere a livello parlamentare e regionale. Un lavoro puntuale che parte dal punto di vista degli operatori scolastici ma che guarda alle famiglie, ai ragazzi, al sociale e alle agenzie educative. Nel documento si parla intanto della stabilizzazione degli insegnanti precari e della necessità per i dirigenti scolastici di avere a disposizione il corpo docenti entro il 31 agosto p.v.; delle necessità delle scuole paritarie e delle risposte che è giusto che lo Stato dia loro, del diritto al divace, del come costruire la presenza in classe da settembre tenendo presente la necessità di riflettere sugli spazi scolastici, dell’esame di maturità. Si chiede di occuparsi della scuola dal punto di vista dei ragazzi speciali e delle loro famiglie che hanno risentito pesantemente della DAD. Soddisfatti della scelta operata dal Governo di stanziare 40 milioni di euro per le scuole Paritarie chiediamo che si continui su questa strada. Il nostro vuole essere un contributo dal basso, dalla voce di chi vive ogni giorno queste problematiche che ha una conoscenza completa del mondo scolastico e propone iniziative frutto delle reali necessità dei ragazzi e del mondo della scuola. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato a questo lavoro collettivo.

Lo dichiarano Luisa e Mariano membri dell’assemblea nazionale del PD.

Print Friendly, PDF & Email