Recovery fund, Farroni (Italia Viva): “Bene accordo, ora è il tempo di investire sul Mezzoggiorno”

“Un plauso per l’accordo raggiunto a Bruxelles” è quanto afferma Fernando Farroni, vicesindaco di Portici (Napoli) con delega al turismo e al commercio, candidato al consiglio regionale della Campania con Italia Viva, a sostegno del governatore Vincenzo De Luca. “Dopo l’intesa tra i vertici europei, uno degli obiettivi che bisogna porsi è quello di riuscire a introdurre a livello regionale “il modello” Portici: dall’esperienza del buon governo della città vesuviana le nostre idee per dare più forza in Campania, al Turismo, alla Cultura e al Commercio – rimarca Fernando Farroni -. L’accordo che il presidente Conte è riuscito a chiudere a Bruxelles è una grande occasione per il Mezzogiorno. – Ora serve un piano nazionale in grado di portare in Europa i temi regionali, non devono prevalere i localismi, come una grande alleanza tra le regioni italiane”.

L’obiettivo è quello di riuscire a rilanciare il commercio locale e nazionale, partendo dai comuni. In particolare, ha osservato Fernando Ferroni, in questo momento storico sotto il profilo sanitario ed economico per il paese, l’Accordo economico Europeo può essere un volano per dare respiro al settore turistico, con particolare attenzione alle attività ricettive e alberghiere del Mezzoggiorno.

“Occorre un piano per riformare la rete produttiva, potenziando gli aiuti economici e le agevolazioni per chi decide di investire nel Mezzogiorno – prosegue il vicesindaco di Portici -. Il turismo è il settore più colpito dalla pandemia: il 65% degli hotel e dei ristoranti rischia di chiudere entro l’anno, con un possibile impatto occupazionale di circa 1 milione di posti di lavoro. Uno scenario che ci mette in allarme, per questo è necessario avviare tutte le procedure per risanare il settore turistico e quello del commercio”.

 

Print Friendly, PDF & Email