Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; post_teaser has a deprecated constructor in /web/htdocs/www.ilmezzogiorno.info/home/wp-content/plugins/post-teaser/post-teaser.php on line 34
CINQUE ANNI DI LIVE IN VILLA DI DONATO - Il Mezzogiorno

CINQUE ANNI DI LIVE IN VILLA DI DONATO

Sarà “una Stagione particolare da rendere speciale” quella che Villa di Donato si prepara ad affrontare con Live in Villa di Donato, rassegna di musica, teatro, arte, performance e incontri. La dimora storica che, grazie ad un’idea e all’energia esplosiva della padrona di Casa Patrizia de Mennato, aprì cinque anni fa le sue porte settecentesche al pubblico – con l’idea di riportare in auge l’antica “arte” di “ospitare in casa” – si prepara infatti ad affrontare un’edizione in cui la qualità dell’offerta e le misure di sicurezza adottate (conformi a quanto predisposto da decreto Ministeriale)  non consentiranno alle legittime preoccupazioni legate all’emergenza coronavirus di minare il piacere di ritrovarsi insieme.

Il programma della Quinta Edizione è stato “svelato” in occasione dell’incontro tenutosi giovedì 24 settembre in Villa e aperto ad un numero limitato di persone. Un fitto calendario di incontri che si terranno da ottobre 2020 a giugno 2021 e di cui ha parlatola padrona di casa e “Dea Ex Machina” Patrizia de Mennato, accompagnata dai capisaldi del suo infaticabile team nonché direttori delle quattro rassegne principali: Annamaria Ackermann, direttrice artistica della rassegna teatrale; Brunello Canessa, direttore artistico della rassegna La Musica ha trovato casa; Giuseppe Fontanella, direttore artistico della rassegna OFF – Artisti di Passaggio e David Romano, direttore artistico di  MAX 70,  la rassegna dedicata alla musica da camera.

Alla riconferma delle quattro rassegne di sempre si associano tante novità.

Ad incominciare dal teatro che nell’ambito del focus intitolato Chi è di scena? si apre, quest’anno più che mai, a giovani attori, testi inediti, prime teatrali e prove generali, nella volontà di restituire un’esperienza laboratoriale che sarà apprezzata certamente da chi ama “l’arte della messa in scena” nella sua interezza. A tenere le redini di una stagione teatrale tutta da sperimentare vi sarà ancora, con tutta la sua esperienza, l’attrice edoardiana Anna Maria Ackermann.

È così che Roberto Azzurro presenterà L’Arte di Bonì, dalle memorie di Bonì de Castellane (13 marzo), mentre Giacomo Casaula e Laura Cascio presenteranno l’opera inedita Il Caso Di Alessandro e Maria (17 aprile). Interessante è anche la presenza in cartellone di tre opere dedicate a personaggi che, ognuno nel proprio ambito, hanno fatto la storia:Ad incominciare dal focus in due giorni di Pasqua dedicato alla figura del Cristo ad opera di Christian Poggioni con La Notte Degli Ulivi e Il Vangelo Secondo Pilato di Eric-Emmauel Schmitt (29 e 30 marzo), proseguendo con Antonella Romano e Rosario Sparno chepresentano NERONE. Processo a una madre (20 aprile), e con Adriana Follieri in Mirande della Segatura – Moira Orfei (10 febbraio). Immancabile la grande letteratura classica. Ci pensano Fiorenzo Madonna e Gianmarco Libeccio con Notti Bianche tratto dal celebre romanzo di Fedor Dostoievskij (29 maggio).

Spazio ai giovani talenti anche per quanto riguarda la Musica da camera. Per l’edizione 2020 di MAX70, rassegna diretta da David Romano, Villa di Donato crea una collaborazione con AVOS PROJECT, scuola d’eccellenza romana di recentissima creazione che annovera tra i suoi docenti musicisti del calibro di Stephen Kovacevich, Beatrice Rana, Roberto Gonzalez, Luca Ranieri, Danusha Waskiewicz, Thomas Demenga, il Quartetto Prometeo, Alessandro Deljavan, Andrea Oliva, Calogero Palermo, Carlo Parazzoli, Alessandro Carbonare, Andrea Dieci, Massimo Polidori, oltre ai docenti ordinari del corso Mirei Yamada, Alessio Pianelli, Andrea Obiso e Leonardo Pierdomenico. Tra gli ordinari anche Mario Montore, David Romano, Riccardo Savinelli e Massimo Spada, la cui condivisione di idee visionarie e appassionate durante il difficile periodo del lockdown ha fatto emergere il bisogno di una realtà che potesse diventare un riferimento per la musica classica a Roma, seme di una rinascita incentrata sul riconoscimento del talento degli allievi e sulla bellezza come unica vera forza capace di muovere il desiderio di migliorarsi. Proprio la condivisione degli ideali di bellezza, talento e opportunità per le giovani leve porta MAX70 e AVOS PROJECT ad una collaborazione che vedrà alternarsi sul palcoscenico di Villa di Donato docenti e allievi, abbattendo la classica barriera docente discente, presentando di concerto in concerto un giovanissimo concertista che troverà nel selezionatissimo pubblico di MAX70 il suo battesimo.

A La Musica ha trovato casa, serie di spettacoli live che vanno dai “colori” del blues a quelli del  rock passando per tutte le nuance di altri generi musicali, quest’anno il musicista e cantautore napoletano associa la formula La Taverna di Brunello, mini-rassegna dal sapore retrò. Un’occasione per ricordare insieme le intramontabili canzoni che hanno fatto da colonna sonora a “quelle belle serate capresi di qualche tempo fa”. Ci sarà quindi l’imbarazzo della scelta per chi, in tempi di distanziamento, a piedi fermi non rinuncia comunque ai ritmi scatenati o alle intramontabili ballate napoletane un tempo danzate “ceek to ceek”.

Nell’ambito di La Musica ha trovato Casa attesissimi gli spettacoli Crossroads dedicato a Eric Clapton con il Brunello CanessaTrio (Con Roberto Perrone e Roberto Giangrande, 14 novembre), Lorenzo Hengheller in CAROSONE «100» (con la partecipazione di Brunello Canessa, 4 dicembre) e THE BEATLES IN BLUES (Michelangelo Iossa, Brunello Canessa, Marco Gesualdi e Nicola De Luca, 6 aprile).

Con il ritorno della bella stagione, le due rassegne La Musica ha Trovato Casa e La Taverna di Brunello guidate da Canessa cederanno il passo a Summer in Villa, format ideato esclusivamente per una fruizione en plein air che offrirà agli amici della Villa di godere dei rigogliosi giardini assistendo a concerti live in cui alla qualità è unito il puro divertimento (date in definizione).

Agli amanti dell’estemporaneità è dedicata OFF – artisti di passaggio, il format guidato da Giuseppe Fontanella che “rintraccia” musicisti impegnati in tour (appunto di passaggio) in territorio Campano. Non è quindi possibile redigere un calendario: tutto ciò che sappiamo è che il primo appuntamento è con il SATCHMO GYPSY TRIO (6 novembre), composto da Riccardo Villari Violino, Dario De Luca Chitarra Manouche, Gianfranco Coppola Contrabbasso. Una rassegna da godersi senza fare troppi programmi, seguendo il flusso degli eventi.

L’attenzione che Villa di Donato ha sempre avuto per i tempi sociali trova quest’anno maggior definizione.

Si apre quindi un nuovo settore di operatività, legato alla sua missione nelle arti performative e nella cultura: promuovere la musica con impatto sociale. Chiamiamo questa parte della nostra missione Villa di Donato per il Sociale. Ad inaugurare questo settore sarà il progetto Gipsy Gospel a sostegno di un coro composto da ragazzi provenienti dal campo Rom “Cupa Perillo” di Scampia e da ragazzi italiani di età compresa fra i 9 e i 16 anni, con la collaborazione di un’associazione guidata da suore. In programma vi è una sessione di prove aperta al pubblico con una masterclass di chitarra jazz manouche prodotta da Villa di Donato (29 dicembre) a cui segue il concerto corale (30 dicembre).

È dedicato invece ai temi del femminile il progetto Le Donne del Mito che coniuga teatro e arti visive. Al reading di Annamaria Ackermann, tutto dedicato alle grandi donne che ancora oggi popolano l’immaginario collettivo – fra personaggi realmente vissuti o appartenenti alla mitologia – si unisce la mostra DONNE che mette in dialogo fra loro le opere delle artiste Teresa Cervo, Valeria Corvino, Antonella Masetti, Viviana Rasulo e Antonella Romano.

Ma le novità non finiscono qui. In occasione del suo quinto anniversario, Live in Villa di Donato si regala una veste grafica tutta nuova. Il Sito www.villadidonato.it è stato infatti oggetto di un restyling che, a una grafica accattivante e moderna, ha associato una fruizione più agile e immediata sia per la navigazione mediante pc che attraverso mobile. In oltre sarà possibile mediante in website acquistare i biglietti on-line o, per chi preferisce il metodo di pagamento in contanti, procedere alla prenotazione (fino a esaurimento posti).

Gli Appuntamenti di ottobre

Sono quattro gli appuntamenti di ottobre in Villa.

Si incomincia sabato 3 ottobre con il match musicale Santana vs Benson in cui si sfideranno a colpi di riff di chitarra Brunello Canessa e Marco Gesualdi. Sabato 10 ottobre è invece la volta del teatro di prosa con lo spettacolo Tradimenti – da Erodoto a Cechov, che vedrà il ritorno in Villa dell’attore comasco Christian Poggioni con un testo che trasversale e colto che ruota sullo spinoso tema del tradimento. 

Spazio alla musica da camera, e a docenti e a allievi della scuola di eccellenza romana Avos: lunedì 26 ottobre parte infatti la collaborazione tra MAX70 e AVOS PROJECT-ROMA. Chiude un mese tanto ricco Brunello Canessa che torna in Villa venerdì 30 ottobre con il format La Taverna, nello spettacolo La Canzone Napoletana alla Maniera delle Antiche Taverne Capresi.

Print Friendly, PDF & Email