Un’avventura mozzafiato lungo i binari della Transiberiana

 

La penna di Mario Volpe ci racconta ancora della Cina, ma questa volta è un romanzo: “Un treno
per Shanghai” a svelare misteri e gli intrighi finanziari che coinvolgono l’Europa e il Paese del
Dragone.

Il romanzo, lungamente atteso e pubblicato dalla Diogene Edizioni, narra le avventure di due
amici, prossimi alla pensione e coinvolti in una misteriosa missione commerciale fino in Cina. Il
viaggio, all’apparenza semplice e privo di rischi, si trasformerà in un’avventura mozzafiato capace
di tenere il lettore sul filo del rasoio, dalla prima all’ultima pagina, fino ad un epilogo brillante ed
inaspettato. La scrittura fluida e coinvolgente di Mario è ormai apprezzata da un numero sempre
crescente di lettori, ai quali l’autore presenta, con godibile limpidezza descrittiva, scenari esotici,
caotiche metropoli e paesi lontani dalle tradizioni bizzarre, riuscendo a elaborare scenografie
coinvolgenti su cui si susseguono personaggi e dialoghi sapientemente costruiti.

“Un treno per Shanghai” ha richiesto diversi anni di preparazione, una buona parte dei quali
presso i luoghi narrati nelle pagine del libro che, pur facendo riferimento ad una storia partorita
dalla fervida fantasia dell’autore, prende spunto da eventi realmente accaduti per adattarli alle
esigenze della trama. L’autore riscostruisce il racconto d’avventura in chiave moderna, per
accendere l’interesse del lettore verso un filone letterario di cui lo stesso Volpe tende a essere un
apprezzato punto di riferimento, grazie al lavoro della sua scrittura che riesce a sintonizzare bene il
lettore alla storia, immergendolo totalmente nelle vicissitudini dei personaggi irresistibili.

Print Friendly, PDF & Email