LIQUI MOLY con 101 nuovi colleghi in questo anno di crisi

LIQUI MOLY con 101 nuovi colleghi in questo anno di crisi
La pandemia non ha certo risparmiato la fabbrica di olio motore tedesca LIQUI MOLY, ma l’azienda non è corsa a mettersi al riparo, bensì continua a investire nel personale. Il 1° dicembre, accoglierà il suo 101° nuovo collaboratore nel 2020.

La marca tedesca più popolare per oli motore e additivi dimostra quest’anno in modo impressionante la sua forza e la sua resilienza. “In quanto esportatori operativi in 150 Paesi, anche noi subiamo l’impatto della pandemia mondiale, ma questo non è un buon motivo per darsi per vinti”, afferma Ernst Prost, amministratore delegato di LIQUI MOLY. Al contrario: “Affrontiamo questa crisi insieme con la massima forza e cerchiamo di trarne qualcosa di positivo. La crisi è troppo grande per piegare la schiena senza provare a trarne un risultato”, continua Ernst Prost.

Quest’anno lo specialista di lubrificanti ha suscitato una grande attenzione perché è andato controcorrente. Con spot televisivi e radiofonici e campagne sulla stampa e online su tutto il territorio, la PMI combatte contro la crisi. Per fare questo, ha quasi raddoppiato il budget per il marketing. Inoltre, ha donato a squadre di soccorso di tutto il mondo prodotti per un valore di quasi 6 milioni di euro. “Ora è il momento di far mangiare la polvere ad altri gruppi petroliferi. Si sono nascosti e hanno licenziato il personale. Ma noi ne usciremo più grandi”, spiega l’amministratore delegato.

“Per raccogliere questa sfida, abbiamo bisogno di una squadra forte: per questo siamo lieti di assumere nuovi collaboratori. Dovete immaginare che, nonostante la crisi, stiamo registrando un aumento del fatturato anche se il consumo mondiale di petrolio e carburante è diminuito notevolmente. Si tratta di un risultato incredibile”, racconta Ernst Prost entusiasta. L’azienda darà il benvenuto al 100° e al 101° nuovo collaboratore di quest’anno il 1° dicembre 2020.

Il numero 100 di quest’anno, José Cruz (Business Development Executive), e il numero 101, Borja Sanchez-Laulhé (Technical Sales Executive) andranno a rinforzare il team di LIQUI MOLY Iberia in Spagna, la filiale responsabile dei Paesi Spagna e del Portogallo. Matthias Bleicher, amministratore delegato di LIQUI MOLY Iberia, è fiducioso: “Sono certo di aver aggiunto alla squadra persone eccellenti, che per la loro esperienza e il loro impegno sono perfette per noi. Insieme, daremo il meglio di noi per l’intera azienda e i nostri clienti.”

LIQUI MOLY ora conta complessivamente 990 dipendenti. “Ci stiamo avvicinando ai 1.000”, osserva Ernst Prost. L’idea dell’amministratore funziona: si esprime contro il lavoro a orario ridotto, versa a ogni dipendente un “corona-bonus” da 1.500 €, lancia un’offensiva marketing più potente, propone un eccellente servizio personalizzato e lavora per la fidelizzazione dei clienti. “Continuiamo a dare il massimo e non riposiamo sui successi degli anni passati: lo dobbiamo a ogni singolo dipendente e a ogni singolo partner. Da marzo lottiamo 24 ore su 24 per il mantenimento e lo sviluppo di posti di lavoro. Da questo dipendono molti singoli destini”, afferma l’amministratore delegato. “Oggi siamo lieti di questo potenziamento del nostro staff e auguriamo ai signori Cruz e Sanchez-Laulhé, in rappresentanza di tutti i nuovi collaboratori di quest’anno, un buon inizio, tanta gioia, forza e perseveranza. Benvenuti nella LIQUI MOLY family worldwide”, annuncia Ernst Prost.

La gioia di questa crescita è enorme, ma verrà celebrata solo dopo la crisi: “Prima ci sarà da darsi da fare”, così Ernst Prost con un occhiolino complice.

LIQUI MOLY con 101 nuovi colleghi in questo anno di crisi

 

Exit mobile version