La città dimentica Nazareno Strampelli. La sua tomba è abbandonata all’incuria del tempo

Una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere : questo il messaggio lasciato da Ugo Foscolo nel suo Carmen, “I sepolcri” . L’uomo per sperare di sopravvivere deve fare in modo di lasciare un ricordo di sé, una “corrispondenza di amorosi sensi” per proiettare, come è stato per Nazareno Strampelli, la propria presenza oltre la morte.-

E la presenza di questo grande scienziato vive in ogni angolo del mondo, vive attraverso le sementi che ha lasciato come eredità al genere umano, vive soprattutto nei terreni della campagna reatina da lui utilizzati per le sue ricerche.-

Leggi tutto