Come da impegni con i cittadini di Santa Maria la Carità ok ad allaccio rete fognaria

Il Consigliere regionale della Campania, On. Alfonso Longobardi (Gruppo “De Luca Presidente”)
“Riunione operativa oggi al Comune di Santa Maria La Carità per verificare le condizioni delle reti fognarie ed il collegamento con i collettori e gli impianti di depurazione.”

 

Leggi il seguito

Provolone del Monaco Dop, fine anno con il trofeo “Fernando De Gennaro”

La giuria Onaf decide quale caseificio produce il migliore prodotto del 2016 Ritorna il “Trofeo Fernando De Gennaro” il campionato dedicato ai produttori di “Provolone del Monaco Dop”. Anche quest’anno il Consorzio di Tutela del formaggio principe dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina organizza la manifestazione per esaltare i caseifici che lavorano, nel rigido rispetto delle norme e del disciplinare, per cercare di soddisfare le sempre più numerose richieste di Provolone del Monaco Dop. (altro…)

Leggi il seguito

L’associazione Bene Comune esulta per l’inaugurazione della funivia del Faito.

 

Ringrazia l’amministrazione dell’ex sindaco Nicola Cuomo che con grande caparbietà ha lottato per il finanziamento delle opere di manutenzione straordinaria ottenuto poi con delibera di giunta regionale della Campania n. 650 del 15 dicembre 2014 senza sottostare al ricatto del centro destra che, all’epoca, voleva imporre ai comuni di Castellammare di Stabia e di Vico Equense la gestione deficitaria dell’impianto.

Leggi il seguito

Buona sanità per gli ospedali di Castellammare e Nola

 

Gli ospedali di Castellammare di Stabia e di Nola saranno dotati di risonanza magnetica. I nuovi strumenti diagnostici saranno disponibili nell’arco temporale di un mese. La Consip, ieri, ha espletato la relativa gara per l’acquisto con l’assegnazione delle due risonanze.
La commissaria straordinaria dell’Asl Napoli 3, dott.ssa Antonietta Costantini, il 21 gennaio scorso, a margine di una riunione operativa con il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e il neo commissario della sanità campana Joseph Polimeni, aveva sollevato la questione della mancanza sull’intero territorio aziendale dell’Asl Napoli 3 di attrezzature fondamentali, in grado di ridurre il gap nell’offerta di servizi sanitari in aree densamente popolate come quella nolana e stabiese. Entro i tempi tecnici di un mese i due strumenti diagnostici saranno a disposizione dell’utenza.

Leggi il seguito

Porti, Marciano (PD): Procedere velocemente per rilanciare scali in Campania

“Con la nascita dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, che accorpa i tre principali scali della Campania, si deve mettere fine a una troppo lunga fase di incertezza e precarietà che ha minato in particolare la competitività del Porto di Napoli, ormai in regime commissariale da ben 1042 giorni. Bene l’accelerata del Governo, dunque, ma ora c’è bisogno di assicurare una guida stabile, competente e autorevole al complesso sistema che interessa Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia e rilanciare tutto il settore portuale della nostra regione sia sul piano nazionale che su quello internazionale”.

Leggi il seguito

Trasporti, Marciano: Restituiamo servizio accettabile a Castellammare di Stabia

Premiato impegno durato 3 anni in difesa diritto alla mobilità
“Da questa mattina torniamo a offrire un servizio accettabile agli utenti del trasporto pubblico a Castellammare di Stabia: sono stati infatti potenziati i chilometri di percorrenza e la frequenza delle corse e rinnovato anche il parco macchine, introducendo ad esempio nuove pedane meccaniche ad azionamento manuale per agevolare l’uso dei bus per i cittadini diversamente abili. Un importante risultato, frutto di una mobilitazione iniziata ormai tre anni fa al fianco di utenti e pendolari e all’attenzione dell’azienda, attraverso il quale restituiamo ai cittadini ciò di cui erano stati privati dai tagli dell’amministrazione regionale di centrodestra”.

Leggi il seguito

Il Comune di Castellammare rischia il crac

Per i debiti dell’acqua pubblica, rischia di pagare 22 milioni di euro

Ventidue milioni di euro: è questa la cifra-monstre che il Comune di Castellammare di Stabia potrebbe essere chiamato a pagare per saldare i debiti della stagione dell’acqua pubblica (per ritornare alla quale in tanti oggi si battono). Di che cosa si tratta? Anzitutto, bisognerà saldare il pregresso di 10 milioni di euro (compresa rivalutazione monetaria e interessi) per la mancata corresponsione delle forniture idriche acquistate dall’allora Eniacqua Campania (oggi Acqua Campania). A questo bel gruzzoletto, bisognerà aggiungere altri 8 milioni per i debiti Asam (la società idrica dell’Amministrazione municipale, messa in liquidazione una decina di anni fa) e ulteriori 4 milioni di euro di multa per i ritardi con cui l’Ente di Palazzo Farnese affidò la gestione del servizio dell’“oro blu” all’attuale società mista pubblico-privato, Gori.

Leggi il seguito