In mostra “Cipro – Memoria interdetta”. Dal 28/10 al 14/11

Si intitola “Cipro – Memoria interdetta” la mostra documentaria che verrà inaugurata sabato 28 ottobre, alle 17:00, nel Complesso monumentale di San Severo al Pendino, in via Duomo 286.
“Cipro – Memoria interdetta” racconta la distruzione del patrimonio culturale dell’isola di Cipro seguita all’occupazione turca del 1974.

 

 

Leggi il seguito

Mara Carfagna: “de Magistris, prima della Catalogna c’è Scampia”

“Scampia non è solo vittima di Gomorra. Ma anche della sciatteria delle istituzioni.”
“Persino l’unico punto di aggregazione del territorio – l’Auditorium “De Andrè” – ora è stato sottratto ai cittadini che vi svolgevano attività sociali per essere assegnato ai Rom.

 

 

Scampia ha bisogno dello Stato e del Comune. Mentre il Sindaco parla dei massimi sistemi noi siamo qui soli a testimoniarlo ai cittadini indignati di Scampia e di Napoli”. Così Mara Carfagna, Severino Nappi e Salvatore Guangi in visita a Scampia. “Come sempre – aggiungono – faremo la nostra parte in consiglio comunale, in consiglio regionale e in parlamento”.

Leggi il seguito

Trofeo Pulcinella 100 pizzaioli in gara, qualificata partecipazione di addetti al settore

 

Il Trofeo Pulcinella, ideato Attilio Albachiara, arriva da Acerra a Napoli e fa bingo! 100 concorrenti per la terza edizione alla Mostra d’ Oltremare e massiccia presenza di addetti al settore.
Si aggiudicano la vittoria: Francesco Di Ceglie e Carmine Donzetti, Emanuele Paolella e Gaetano Paolella, per le due categorie, tradizionale e contemporanea. Così hanno scelto la giuria tecnica, presieduta per le due differenti sezioni, rispettivamente dal maestro “centenario” Antonio Starita e dall’ “innovatore” Francesco Martucci e formata da campioni pizzaioli, giornalisti e blogger specializzati nel settore, e l’altra giuria composta dai consumatori che hanno votato on-line.

 

Leggi il seguito

Napoli; “l’amministrazione de Magistris gestisce Napoli con l’ acqua alla gola”

“L’amministrazione de Magistris gestisce Napoli con l’ acqua alla gola: governa l’ ordinario con la straordinaria amministrazione che diventa emergenza, viola il principio di programmazione, principio sacrosanto della contabilità pubblica”.
Così Mara Carfagna deputato e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

 

 

 

Leggi il seguito

EdicolaFiori – Luigi Di Maio, ovvero “Giggino a’ putenza”

A cura di Elia Fiorillo
Luigi Di Maio, ovvero “Giggino a’ putenza”
C’era una volta a Napoli “Giggino ‘a purpetta”, ovvero Luigi Cesaro ex presidente della provincia. Poi arrivò “Giggino a’ manetta”, Luigi De Magistris attuale sindaco. E, in fine, proprio in questi giorni si parla di “Giggino a’ putenza”, destinato a diventare “Giggino o’ presidente” . Si tratta di Luigi Di Maio vice presidente della Camera,  neo candidato al ruolo di presidente del Consiglio dei ministri per i 5Stelle.

 

Leggi il seguito

92 telecamere di videosorveglianza per le strade di Napoli

Questa mattina presso la Prefettura di Napoli è stato sottoscritto il protocollo per il rafforzamento della sicurezza nella città di Napoli, che prevede tra i principali interventi l’installazione di 92 nuove telecamere di videosorveglianza messe a disposizione dalla Regione Campania.

 

 

Erano presenti alla firma il Vicecapo della Polizia, Prefetto Alessandra Guidi, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano, il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris e il Capo di Gabinetto della Regione Campania, Sergio De Felice. “Prosegue l’impegno della Regione sul fronte della sicurezza. Dopo gli investimenti sulla videosorveglianza a Forcella, ai Decumani e al Rione Sanità, potenzieremo il sistema di telecamere anche a Scampia e Secondigliano sulla base delle indicazioni tecniche delle forze dell’Ordine” dichiara il Presidente della Regione Vincenzo De Luca.

Leggi il seguito

Bagnoli, Mara Carfagna: “aspettato tre anni per spostare le virgole”

“Abbiamo aspettato tre anni per spostare le virgole. De Magistris, in nome dell’ ideologia e dell’ ultima parola, ha giocato sulla vita di Napoli, sulla rinascita di Bagnoli e sugli abitanti del quartiere tenendoli con il fiato sospeso. Ora, messo alle strette, alla fine ha dovuto cedere facendo credere di aver inciso nella scelta finale. Peccato che il piano su Bagnoli sia praticamente lo stesso. Ma non poteva rinunciare all’ effetto scenico.
Ha scatenato la protesta e ora a testa bassa fa quello che avrebbe dovuto fare prima. L’unico risultato ottenuto è stato ancora una volta quello di spaccare la città”.
Così Mara Carfagna deputato e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

Leggi il seguito