Il difficile compito di Sergio Mattarella – a cura di di Elia Fiorillo

Mattarella – La sua parola d’ordine è “discrezione”. Lo è sempre stata. È questione di carattere e, si sa, “il carattere è il destino di una persona”. Quella telefonata al Capo del governo l’ha fatta perché proprio non ne poteva fare a meno. A parte che si “giocava” con la vita e la dignità del “prossimo”. Ma in ballo c’era ben altro. C’era la credibilità dello Stato, l’autonomia della magistratura, il buon senso. Ma come si fa a bloccare l’entrata in un porto italiano di una nave militare del nostro Paese? Ma come si fa a pretendere lo sbarco degli emigranti ammanettati senza il doveroso intervento della magistratura?

(altro…)

Leggi il seguito

Lavorare per la felicità altrui a cura di Elia Fiorillo

“Lavorare per la felicità altrui”, dovrebbe essere il principio, lo scopo primario di chi sceglie d’impegnarsi nel sociale ed in politica. Troppo spesso però avviene l’incontrario. Si decide di lavorare per “gli altri” per puro calcolo, per passare dall’anonimato al primo e primissimo piano: “per farsi gli affari propri”. Certo, non bisogna generalizzare, come purtroppo avviene. Perché mettere tutti sullo stesso piano significa “aiutare” i lestofanti e penalizzare chi con spirito di servizio fa il suo difficile “mestiere”.

(altro…)

Leggi il seguito

Governo; la rivincita del Cavaliere

a cura di Elia Fiorillo – Governo la rivincita del Cavaliere
Per lui era diventato un chiodo fisso. Non riusciva a levarsi dalla testa che certe défaillance della sua creatura, Forza Italia, erano a causa del suo impedimento: non potersi candidare. E anche il sorpasso della Lega alle ultime
elezioni, quel 17 a 14, lo attribuiva al suo “fuori gioco”. Le elezioni anticipate lo preoccupavano proprio perché non poteva giocare la partita in prima persona… (altro…)

Leggi il seguito