Seggi & casting.  Il grande gioco delle Politiche

a cura di Elia Fiorillo
“Il fermento c’è ed è a dir poco forte. La politica c’entra, ma fino ad un certo punto. Qui sono in gioco i destini personali degli attuali parlamentari….

 

 

 

…Marzo o maggio che sia il giorno del voto loro vorrebbero starci nelle liste elettorali, come avvenne quattro anni prima. Allora riuscirono a trovare un posto in lista e furono eletti. Domani, quando si andrà al voto, non sanno ancora se “il capo” li riconfermerà e se poi gli elettori li voteranno. Ma, per il momento, la cosa importante è esserci. Essere riconfermati. Certo, non c’entrano i big. Loro il posto “al sole” lo avranno sempre, anche se la preoccupazione di ritornare a Palazzo Madama o a Montecitorio c’è sempre.

Leggi il seguito

Elezioni siciliane, trampolino per Roma

Elezioni a cura di Elia Fiorillo
L’attesa è stata lunga e snervante. Le elezioni regionali siciliane, giustamente, venivano viste come il più attendibile dei sondaggi elettorali per le Politiche del 2018.

 

 

Leggi il seguito

Elezioni. I leader politici e il rintontimento “de bucie”

a cura di Elia Fiorillo
Elezioni “… E m’aritontoniva de bucie”. Un po’ d’anni fa Gabriella Ferri e Nino Manfredi avevano nel  loro repertorio di canzoni in romanesco anche “Tanto pe cantà”. Una canzonetta che si concludeva con il rintontimento di bugie praticato da un primo amore. Una storia vecchia come il mondo.

 

 

 

Leggi il seguito

Legge Elettorale; Renzi e Berlusconi il duo vincente?

a cura di Elia Fiorillo
Legge Elettorale – E chi lo avrebbe mai detto, e soprattutto pensato, che Silvio Berlusconi potesse diventare un punto di riferimento, un ispiratore per quelli che lo volevano morto, politicamente s’intende. A sbirciare nel partito di Renzi sembra proprio così. Proprio quelli che hanno brindato quando il Cavaliere è stato fatto cadere da cavallo, oggi sperano che lui possa ritornare sui banchi del Parlamento italiano.

 

 

 

 

Leggi il seguito

EDICOLAFiori. Beppe Grillo e i “vaffa silenziosi” agli ortodossi

a cura di Elia Fiorillo
Dai “vaffa” collettivi di dieci anni fa a Bologna a quelli individuali, e silenziosi, di questi giorni. Beppe Grillo ultimamente di “ma… vaffan” ne ha pronunciati parecchi, inconfessabili però. Con un po’ di fantasia, ma mica tanta, li si possono immaginare, compresa la rabbia del “garante” di non poterli esternare “urbi et orbi”.

 

 

 

Leggi il seguito

EdicolaFiori – Luigi Di Maio, ovvero “Giggino a’ putenza”

A cura di Elia Fiorillo
Luigi Di Maio, ovvero “Giggino a’ putenza”
C’era una volta a Napoli “Giggino ‘a purpetta”, ovvero Luigi Cesaro ex presidente della provincia. Poi arrivò “Giggino a’ manetta”, Luigi De Magistris attuale sindaco. E, in fine, proprio in questi giorni si parla di “Giggino a’ putenza”, destinato a diventare “Giggino o’ presidente” . Si tratta di Luigi Di Maio vice presidente della Camera,  neo candidato al ruolo di presidente del Consiglio dei ministri per i 5Stelle.

 

Leggi il seguito

Il rivoluzionario Gentiloni

A cura di Elia Fiorillo
Difronte agli ultimi dati Istat sull’andamento dell’economia del nostro Paese Matteo Renzi gioisce. Si sente lui l’artefice del cambio di segno, dal meno al più, del Pil. “Siamo – afferma – quelli che hanno preso il Paese con il Pil a – 2% ed ora è a + 1,5; un Paese che era in recessione e ora è fuori dalla palude”.

 

 

Leggi il seguito