«Depistaggi ed errori, così è svanita la pista su Via D’Amelio»

Intervista al sottufficiale dei carabinieri Vincenzo Zurlo, autore del libro «Oltre la Trattativa» sugli anni delle stragi siciliane. «Gli spunti investigativi più interessanti non sono le intercettazioni di Graviano, ma l’informativa mafia-appalti»

Una pista importante e, forse, fruttuosa che è stata lasciata morire. Un’altra, invece, probabilmente senza vie di sbocco scandagliata in lungo e in largo. In mezzo, i misteri d’Italia e la stagione delle stragi ricostruiti dal sottufficiale dei carabinieri Vincenzo Zurlo nel suo libro «Oltre la Trattativa» (Iuppiter Edizioni). Un’opera che – dice Zurlo – punta a offrire una visione alternativa di quella che è la «narrazione» contemporanea resa celebre dal cortocircuito mediatico giudiziario.

Leggi il seguito