Campania, Palmeri: “Forum su crescita e occupazione.”

L’Assessore: “Regione ai primi posti in Italia.”
Sonia Palmeri, assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania interviene in merito a crescita e occupazione in Regione Campania.

 

 

 

L’assessore sottolinea i risultati ottenuti dalla Regione che risulta essere ai primi posti in Italia per crescita e occupazione. “Stamattina, una settimana prima dell’incontro dell’11, con il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sul tema dei giovani, abbiamo fatto il bilancio di tutte le azioni messe in campo dalla nostra Giunta Regionale su occupazione e occupabilita- afferma Sonia Palmeri-‘ presso l’autorevole sede de’ Il Mattino, con il Direttore Alessandro Barbano e l’esperto di giornalismo economico Nando Santonastaso.

Leggi il seguito

Lavoro, Palmeri: “Città metropolitana diffonde fake news su misure per il lavoro.”

Palmieri – L’assessore Regione al Lavoro e alle Risorse Umane, Sonia Palmeri interviene in merito alla diffusione di fake news su misure per il lavoro diffuse da un esponente della città metropolitana di Napoli.
“Al peggio non c’è mai fine! Avevo richiesto al consigliere metropolitano di Napoli- dichiara l’assessore Sonia Palmeri- delegato per le politiche al Lavoro, di non diffondere durante incontri non condivisi, dati che non fossero validati dall’Assessorato regionale al Lavoro.

 

 

Leggi il seguito

Garanzia Giovani; Palmeri: “Apprendere un mestiere oggi per ricrearsi un futuro da uomini liberi, domani.”

Nasce a novembre 2016, per concludersi oggi con la consegna degli attestati con la qualifica di “Operatore dell’installazione e della manutenzione di impianti di condizionamento e di climatizzazione” e “Operatore dell’installazione e della manutenzione di impianti elettrici” il percorso di formazione di Garanzia Giovani di 200 ore.
Giovani neet, stavolta, un po’ speciali, in quanto si tratta di 20 detenuti dell’istituto penitenziario di Carinola ( CE) che grazie alle sinergie messe in campo tra operatori pubblici e privati hanno potuto partecipare al programma europeo, al pari dei loro coetanei non detenuti.

Leggi il seguito