Il caso Torrisi e la “fine del mondo” del “politicamente scorretto”

l'editoriale a cura di Elia Fiorillo
Sono cose che possono accadere in democrazia e, appunto, legittimamente accadono, ma le conseguenze politiche-partitiche sono imprevedibili. Specie quando le turbolenze interne alla maggioranza sono sopra i livelli di guardia. Dopo quattro mesi di impasse, dopo che Anna Finocchiaro del Pd è stata promossa ministro dei Rapporti con il Parlamento e ha dovuto lasciare la presidenza della commissione Affari costituzionali del Senato, si è proceduto all’elezione del nuovo presidente.
(altro…)
Leggi il seguito

Pd e Dp, un divorzio all’italiana

 a cura di Elia Fiorillo  Matteo Renzi ha provato a mettere tra la sua persona e la scissione del Partito democratico ben ottomila chilometri di distanza. E’ andato in California sia per “ossigenare il cervello” ma anche per avere spunti che vorrebbe fare arrivare in Italia sull’innovazione e lo sviluppo di quella realtà. Idee da carpire per la prossima campagna elettorale interna ed esterna al Pd?

(altro…)

Leggi il seguito

“Giunta De Magistris allo sbando, lo dicono persino i manager delle partecipate. Ora prevedo ritorsioni politiche su Allocca”

Così Mara Carfagna, deputata e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

L’amministrazione de Magistris è allo sbando, persino i manager delle partecipate, che dovrebbero essere persone di fiducia del sindaco, ammettono l’incapacità della giunta e il distacco totale dai bisogni dei cittadini. I giudizi espressi da Allocca, amministratore unico di Napoli Servizi, sono purtroppo veri. De Magistris dovrebbe prenderne atto e, anziché far scattare prevedibili quanto inutili ritorsioni politiche, rimboccarsi le maniche per risolvere davvero i problemi, al di lá degli annunci e dei deliranti post su Facebook. A partire dai nodi irrisolti del welfare, su cui l’amministrazione comunale continua a latitare. Alla Camera mi sono battuta perché fossero destinati maggiori fondi al trasporto e all’assistentato scolastico dei disabili ma anche nelle fila del governo Gentiloni, come nella giunta de Magistris, ho trovato solo un atteggiamento di chiusura e disinteresse. 
Leggi il seguito

Cosa leggere; tutte le prime pagine di politica italiana

Su Repubblica: Gentiloni premier incaricato al lavoro sul governo: “Priorità a sociale e Sud. Niente scadenze, vado avanti finché c’è la fiducia”. Il Giornale: Oggi la lista dei ministri, mercoledì la fiducia. (Il Sole e altre testate): Alfano verso gli Esteri, un Pd agli Interni – si fanno i nomi di Minniti e Fassino – inamovibili Padoan al Mef, Orlando alla Giustizia, Delrio alle Infrastrutture, Calenda allo Sviluppo, Franceschini ai Beni Culturali. In uscita Poletti (per la Bellanova) e la Giannini (con Doria all’Istruzione). Resta invece la Boschi, ma non alle riforme. (altro…)

Leggi il seguito