Ludopatia, solo l’intrattenimento può contrastare il gioco d’azzardo

 

Le proposte a parlamento e regioni verranno illustrate da parte dell’Agcai martedì 27 novembre 2018 alle ore 17,00 nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei Deputati

 

ROMA – Proposte a Regioni e Parlamento per porre fine al gioco d’azzardo ormai diffuso come in nessuna parte del mondo. E’ inammissibile che in un paese come l’Italia i governi immaginano di far quadrare i bilanci statali anche grazie al contributo dei malati di ludopatia. E’ arrivato il momento di dire basta a questa invasione capillare di mini casinò con all’interno le pericolosissime videolottery”. Lo afferma Benedetto Palese, presidente dell’Agcai (Associazione nazionale gestori e costruttori apparecchi da intrattenimento), che annuncia una conferenza stampa alla Camera dei Deputati per martedì 27 novembre alle ore 17.

Leggi il seguito

Giochi, “Il governo blocchi le multinazionale dell’azzardo”

  

L’appello dell’Associazione gestori di apparecchi da intrattenimento che ha promosso una manifestazione a Roma per mercoledì 7 novembre alle ore 11 in via Flavia nei pressi del ministero del Lavoro

 

ROMA – “Facciamo appello al governo affinché blocchi le multinazionali dell’azzardo che adesso mirano a sostituirsi a tutte le piccole e medie aziende di gestione di apparecchi di intrattenimento per locali pubblici, dopo essersi ‘impadronite’ di quasi tutte le concessionarie statali ”. Lo ha detto Benedetto Palese, presidente dell’Agcai (Associazione Gestori e Costruttori di Apparecchi da Intrattenimento) annunciando la manifestazione di mercoledì 7 novembre alle ore 11 in via Flavia nei pressi del ministero del Lavoro.

Leggi il seguito

Ludopatia: Agcai, M5S e Lega rispettino contratto governo

 

Palese: quando il gioco d’intrattenimento diventa azzardo bisogna fermarsi

Rostan (LeU): “Con 56.000 videolottery l’Italia é diventata la sala giochi piú grande del mondo”

Cantalamessa (Lega): “Fondamentale separare il gioco dall’azzardo”

 

Leggi il seguito